ANSAcom
ANSAcom

Foschi (Intesa), in uffici banca Napoli la mostra Restituzioni

Percorso con opere di chi ha creato nel Sud, come Caravaggio

Napoli ANSAcom
Ampliare di tre volte lo spazio di Palazzo Zevallos trasformando l'antica Banca di Napoli in un grande museo. E' quanto ha fatto Intesa Sanpaolo inaugurando oggi le Gallerie d'Italia, portando a Napoli centinaia di opere di pittura, ceramiche antiche e arte contemporanea nel cuore della città.
"Una inaugurazione - spiega Silvia Foschi, responsabile patrimonio storico artistico e attività culturali di Intesa Sanpaolo - che segna un nuovo luogo della nostra arte, dopo la sede aperta a Torino e le gallerie di Vicenza e Milano. Esponiamo i nuclei principali delle nostre collezioni qui e possiamo ammirarli in ordine cronologico, partendo quindi dal IV secolo avanti Cristo e dall'esposizione di vasi attici, fino alle opere di artisti meridonali o che hanno lavorato al sud, come nel caso del Martirio di Sant'Orsola di Caravaggio, che è la punta di diamante della collezione. Ma qui c'è anche l'arte contemporanea, che era a Palazzo Zevallos. Nel grande salotto ex amministrativo della banca è invece presente la 19/a edizione della mostra 'Restituzioni'. Qui - conclude - ci sono oltre 200 opere provenienti da musei, chiese, siti di tutta Italia che sono state restaurate e oggi possono essere offerte ai visitatori".

In collaborazione con:
Intesa Sanpaolo

Archiviato in


Modifica consenso Cookie