Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Filippo Turetta ha incontrato i genitori in carcere

Filippo Turetta ha incontrato i genitori in carcere

Il padre di Giulia: "Il funerale sia messaggio di partecipazione. Sto scrivendo un testo, dirò le cose al meglio"

VERONA, 04 dicembre 2023, 17:01

Redazione ANSA

ANSACheck

Turetta ha incontrato i genitori in carcere - RIPRODUZIONE RISERVATA

Turetta ha incontrato i genitori in carcere - RIPRODUZIONE RISERVATA
Turetta ha incontrato i genitori in carcere - RIPRODUZIONE RISERVATA

Filippo Turetta ha incontrato per la prima volta i genitori in carcere a Montorio dove si trova recluso dalla scorsa settimana dopo l'omicidio di Giulia Cecchettin. L'incontro è durato circa un'ora. Più volte il ventunenne aveva chiesto di poterli incontrare. L'incontro era già stato autorizzato per mercoledì scorso dal gip ma era saltato per la necessità di un supporto psicologico per Turetta e i suoi genitori in vista del faccia a faccia.

 

Interrogatorio Turetta 'esaustivo', non programmati altri

L'interrogatorio di nove ore, davanti al pm di Venezia, di Filippo Turetta, in carcere per l'omicidio di Giulia Cecchettin, viene definito esaustivo e non ne sono stati programmati altri, anche se non è escluso che gli inquirenti possano avere, poi, la necessità di risentirlo. Intanto, da quanto si è saputo, la Fiat Grande Punto nera del 21enne, che fu arrestato vicino Lipsia, è ancora in Germania e dovrebbe essere riportata in Italia dopo il 10 dicembre. Dentro l'auto è stato trovato un telefono. Gli investigatori non possono sapere se sia del giovane o dell'ex fidanzata ma devono attendere che arrivi in Italia assieme all'auto.

Il padre di Giulia: "Il funerale sia messaggio di partecipazione"

 "Abbiamo scelto una chiesa grande affinché arrivi un messaggio di grande partecipazione, lo abbiamo voluto così perché arrivi questo messaggio". Con poche parole, dal tono dolce, Gino Cecchettin ha parlato così, davanti a casa a Vigonovo, del funerale della figlia Giulia, uccisa da Filippo Turetta. Esequie che si terranno martedì nella basilica di Santa Giustina a Padova. "Sto preparando un messaggio scritto che leggerò quel giorno - ha aggiunto -. Non sono bravo con le parole, chiedetemi semmai di elettronica ... ma sto cercando di dire le cose al meglio".

 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza