Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sacerdote contro i Krampus, 'più Gesù Bambino e meno demoni'

Sacerdote contro i Krampus, 'più Gesù Bambino e meno demoni'

L'assistente spirituale, 'la violenza nella natura dei Krampus'

BOLZANO, 04 dicembre 2023, 14:49

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

"Più Christkind e meno Krampus.
    Più Gesù Bambino e meno demoni". È l'invito di don Toni Fiung, assistente spirituale per la famiglia della diocesi di Bolzano Bressanone, in vista delle tradizionali parate dei Krampus, i demoni che si contrappongono alla figura di San Nicolò, organizzate in questi giorni in diverse località dell'Alto Adige. Le sfilate a volte degenerano in episodi di violenza.
    "Le rappresentazioni di violenza sono nella natura dei Krampus", afferma Fiung sottolineando che "i Krampus sono sempre una figura maschile" che "in molti luoghi usano la forza bruta su coloro che catturano, comprese le donne". "Anche questa è violenza sessualizzata - osserva il sacerdote - In un momento in cui siamo oppressi dalla guerra e dalle minacce economiche, dovremmo concentrarci molto di più su ciò che è buono per noi, su ciò che ci fa sentire riconciliati e su ciò che ci fa provare gioia".
    "Mi chiedo sempre più spesso perché la gente abbia bisogno di spettacolo e orrore in questo periodo dell'anno, quando il periodo dell'Avvento è desiderato come un tempo tranquillo. Che immagine stiamo trasmettendo ai nostri bambini e ai nostri giovani?". "Il bel messaggio di San Nicola si sta perdendo. San Nicola sta diventando una figura da barzelletta appena riconosciuta e legittima la violenza con dolci e altri dolciumi", conclude Fiung che chiede "più Christkind e meno Krampus".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza