Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mufloni al Giglio, 'conclusa l'eradicazione sull'isola'

Mufloni al Giglio, 'conclusa l'eradicazione sull'isola'

Parco Arcipelago: '35 animali abbattuti, 52 catturati'

ISOLA DEL GIGLIO (GROSSETO), 07 dicembre 2023, 11:16

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

A due anni di distanza dall'accordo sottoscritto con Lav e Wwf il progetto Life Let's Go Giglio per la parte che riguarda l'eradicazione del muflone all'Isola del Giglio (Grosseto) è da considerarsi concluso. Lo rende noto l'Ente Parco dell'Arcipelago Toscano.
    "Non dovrebbero essere più presenti esemplari di muflone sull'isola" ma "per averne l'assoluta certezza e per certificarla, il monitoraggio dovrà proseguire con sopralluoghi periodici per tutto il 2024, più o meno la stessa procedura" isata "certificare l'eradicazione del ratto dall'isola di Montecristo". Il progetto "è stato chiuso con 35 mufloni abbattuti (40%) e 52 catturati e trasferiti (60%), dopo l'accordo fatto con Lav e Wwf.
    L'intesa con le due associazioni ambientaliste, si spiega ancora, è del 30 novembre 2021 e in base a quello il Parco aveva sospeso gli abbattimenti e intensificato le operazioni di cattura: 52 appunto gli animali presi, trasferiti e poi sterilizzati. "È da sottolineare - si spiega - come le operazioni di cattura siano state rese più difficili e meno efficaci da numerose azioni di disturbo. Gli operatori sono stati pedinati e filmati mentre lavoravano e numerose sono state le azioni di sabotaggio, danneggiamento e, addirittura, di furto delle attrezzature utilizzate per le catture, tutte regolarmente denunciate. C'è stata una spasmodica volontà di fotografare e filmare gli animali catturati, anche quando erano all'interno di casse di trasporto caricate su mezzi per il trasferimento, creando un inutile stress agli animali. Per questo il Parco è stato costretto a chiedere la collaborazione dei Carabinieri che hanno provveduto a mettere a disposizione mezzi militari e anche a 'scortare' una parte del trasferimento. Dopo oltre un anno di sospensione e di sole catture sono ripresi anche gli abbattimenti": "Abbattuti 35 mufloni". Per Giampiero Sammuri, presidente del Parco "vorrei ringraziare chi ha un sincero pensiero animalista. È grazie al loro positivo contributo che 52 mufloni non sono stati abbattuti, ma catturati e trasferiti, la maggior parte in strutture da loro gestite. Sono poca cosa rispetto ai 400 che ogni anno possono essere abbattuti a caccia in Toscana".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza