/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Agguato a Fermo, sparano in faccia ad un uomo

Agguato a Fermo, sparano in faccia ad un uomo

Nel quartiere Lido Tre Archi, il 33enne è in gravi condizioni

FERMO, 30 settembre 2023, 02:00

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Agguato a un giovane nordafricano ieri sera a Fermo, nel quartiere di Lido Tre Archi. Secondo una prima ricostruzione, un 33enne tunisino sarebbe stato inseguito fio a via Aldo Moro a piedi da un gruppo di persone, una delle quali gli ha sparato un colpo di pistola al volto.
    Il proiettile è uscito da una guancia: l'uomo, che avrebbe tentato di difendersi con un cacciavite, è salvo ma in gravi condizioni. A dare l'allarme è stato un residente che ha assistito alla scena. Sono arrivati i soccorsi sanitari, che hanno trasportato il 33enne all'ospedale di Fermo, la Polizia e i Carabinieri.
    La zona è stata blindata, ma il gruppo si era già allontanato facendo perdere le proprie tracce. Gli investigatori hanno subito acquisito le immagini della videosorveglianza. Tra le ipotesi anche quella che l'episodio sia collegato a una maxioperazione nella zona effettuata qualche settimana fa dalla polizia, che ha sgominato un gruppo dedito allo spaccio di droga.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza