Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Europa League: Gasperini, approccio positivo con poche energie

Europa League: Gasperini, approccio positivo con poche energie

'Molti giocatori in sofferenza, tra infortuni e influenze'

BERGAMO, 30 novembre 2023, 21:43

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"L'approccio è stato positivo soprattutto nella parte iniziale della partita. E' stato premiato il nostro ottimo girone, siamo stati sempre primi".
    Gian Piero Gasperini è soddisfatto per il passaggio diretto agli ottavi di Europa League pareggiando con lo Sporting Lisbona: "Di positivo, anche il cuore con cui s'è sopperito alle difficoltà fisiche nel finale - spiega il tecnico dell'Atalanta -. Gli avversari avevano cambi freschi, noi siamo in difficoltà tra condizione e forme influenzali varie. Comunque buon primo tempo, dove abbiamo fatto gol mettendo lo Sporting in difficoltà e sfiorando poi più volte il due a zero all'inizio del secondo".
    Gasperini giustifica le difficoltà dei suoi: "Sull'uno a uno abbiamo rischiato, ma era difficile fare di più perché gli avversari hanno sempre giocatori freschi e veloci, noi avevamo poca energia - prosegue -. Il passaggio agli ottavi ci dà modo di concentrare nei prossimi mesi pensieri ed energie al campionato e alla Coppa Italia. Nel finale mi sono piaciuti Ruggeri e Hateboer difensori con Holm e Bakker". Infine, sui singoli: "L'infermeria è piena di infortuni risolvibili in pochi giorni, il problema è la frequenza con cui si gioca. Kolasinac è uscito con un problema alla caviglia - chiude l'allenatore nerazzurro -. Scamacca ha fatto un gran gol ed è sempre molto pericoloso, è arrivato altre due volte davanti alla porta: necessita di continuità e condizione, ma è un giocatore di assoluto valore".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza