Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Ucraina, la cronaca della giornata

Ucraina, la cronaca della giornata

La diretta dalle città

Ucraina, la cronaca della giornata

21.29 - "La Russia non ci ha dato nessun segnale che una conversazione tra Blinken e Lavrov possa essere utile e costruttiva in questo momento". Lo ha detto il portavoce del dipartimento di Stato americano, Ned Price, in un briefing con la stampa sottolineando che l'ambasciatore Usa a Mosca, John Sullivan, "continua ad avere incontri con le sue controparti". Così come l'amministrazione Usa ha contatti limitati con la delegazione diplomatica della Russia a Washington. Il segretario di Stato americano e il ministro degli Esteri russo non si parlano dallo scorso febbraio.

21.20 - Nel corso della riunione di oggi del Comitato interministeriale per la cybersicurezza presieduto dal presidente del Consiglio, Mario Draghi, è stata approvata la Strategia nazionale di cybersicurezza (2022-2026) e l'annesso Piano di implementazione. Attraverso i due documenti approvati - fa sapere l'Agenzia per la cybersicurezza nazionale - il Governo mira ad affrontare una pluralità di sfide quali: il rafforzamento della resilienza nella transizione digitale del sistema Paese; il conseguimento dell'autonomia strategica nella dimensione cibernetica; l'anticipazione dell'evoluzione della minaccia cyber; la gestione di crisi cibernetiche; il contrasto della disinformazione online.

20.53
- Il Segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, incontrerà domani l'ambasciatore di Finlandia accreditato presso l'Alleanza, Klaus Korhonen, e l'ambasciatore della Svezia accreditato anch'esso presso la Nato, Axel Wernhoff.  

19.46 - A sorpresa il presidente dell'Ucraina in guerra Zelensky si è collegato alla cerimonia di apertura del 75/o festival.

19.32 -  
"Il rafforzamento dell'Unione Europea e della Nato è il deterrente più efficace nei confronti delle azioni lesive del diritto internazionale condotte dalla Russia". Lo ha detto il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, oggi a Bruxelles per il Consiglio europeo per gli Affari Esteri in formato Difesa. "L'obiettivo del sostegno italiano - ha aggiunto - è di consentire all'Ucraina e al suo popolo la propria legittima difesa, così come indicato dal Parlamento. Un impegno che non può essere disgiunto dallo sforzo diplomatico che in ogni sede stiamo conducendo per il cessate il fuoco e l'avvio dei negoziati di pace".

19.18 -
A Mariupol scatta l'allarme colera. A lanciarlo è la direttrice regionale per le emergenze dell'Oms, Dorit Nitsan, citata dall'agenzia ucraina Unian. "Riceviamo informazioni da organizzazioni non governative che a Mariupol le acque reflue sono mescolate con l'acqua potabile. Questo minaccia la diffusione di molte malattie, in particolare il colera. Ci stiamo preparando per questo con una campagna di vaccinazione, lavorando con le Ong che possano andare lì a sostenere le persone", ha detto Nitsan.

19.00
- Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha parlato al telefono con il presidente francese Emmanuel Macron per discutere della richiesta di Kiev di ricevere lo status di candidato all'adesione all'Ue. Lo riferisce Ukrinform. "Terminata una lunga e significativa conversazione telefonica con Emmanuel Macron. Gli ho raccontato delle ostilità, dell'operazione per salvare i militari da Azovstal e delle prospettive del processo negoziale", ha twittato il presidente ucraino. "E' stato sollevato anche il problema della fornitura di carburante all'Ucraina. Abbiamo anche discusso del sostegno alla difesa dalla Francia, della preparazione del sesto pacchetto di sanzioni, dei possibili modi per esportare i prodotti agricoli ucraini - ha aggiunto Zelensky -. Ho avuto una discussione sostanziale sulla nostra richiesta per lo status di candidato all'adesione all'Ue", ha aggiunto il presidente.

18.41 -
Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha assicurato all'omologo ucraino, Volodymyr Zelensky, che "le consegne di armi da parte della Francia continueranno e aumenteranno di intensità nei prossimi giorni e settimane, così come l'invio di attrezzature umanitarie". Lo ha reso noto l'Eliseo, confermando che i due presidenti hanno avuto un colloquio telefonico questo pomeriggio di un'ora e 10 minuti. La presidenza francese ha reso noto che lo scorso fine settimana altri 13 veicoli di soccorso sono stati consegnati, che hanno portato gli aiuti umanitari a 800 tonnellate dal 24 febbraio.

18.18 -
La Duma russa esaminerà domani una bozza di risoluzione che vieta lo scambio dei militari evacuati dall'acciaieria Azovstal. I deputati hanno sostenuto la proposta fatta dal capo del comitato di Difesa della Duma, Andrei Kartapolov. Nella proposta di risoluzione Kartapolov parla di "criminali nazisti". A riportarlo è RIA Novosti.

18.16  -
"Se è vero che la Russia ha perso il 15% delle truppe all'inizio della guerra, questo è un record mondiale per un esercito che ha invaso un altro Paese". Lo ha detto l'Alto rappresentante per la politica estera Ue Josep Borrell al termine del consiglio Difesa Ue.

16.35
- Il procuratore generale russo ha chiesto alla Corte suprema di riconoscere il reggimento ucraino Azov come "organizzazione terroristica". Lo ha riferito l'agenzia di stampa Interfax citando il sito web del ministero della giustizia russo. La Corte Suprema russa dovrebbe esaminare il caso il 26 maggio.

15.29
- La Casa Bianca fiduciosa nel sì della Nato a Svezia-Finlandia, nonostante le resistenze della Turchia

14.25 - L'Occidente si sta avviando verso "una sorta di suicidio energetico" con l'imposizione delle sanzioni contro le forniture russe. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin parlando alle imprese petrolifere russe a Mosca. "Nel lungo termine ne subirà le conseguenze, si sta creando un danno all'economia europea", ha aggiunto Putin.

13.56 - "Attualmente il processo negoziale è sospeso: dopo l'incontro di Istanbul non ci sono stati cambiamenti, nessun progresso. La Federazione Russa resta ancora sulle sue posizioni stereotipate. Ma ogni guerra finisce al tavolo delle trattative, e questo processo sarà moderato da Zelensky". Lo ha affermato il consigliere presidenziale e negoziatore ucraino, Mikhailo Podolyak, secondo quanto riporta l'agenzia ucraina Unian.

12.36 - Almeno otto persone sono morte e altre 11 sono rimaste ferite a causa dei bombardamenti russi di questa mattina sul villaggio ucraino di Desna, nella regione di Chernihiv, a nord di Kiev e circa 64 km dal confine con la Bielorussia: lo ha reso noto la direzione del servizio statale di emergenza della regione. Lo riporta l'agenzia Unian.

12.24 - "Il lavoro continua e speriamo di avere un accordo sul sesto pacchetto di sanzioni il prima possibile". Lo ha detto un portavoce della Commissione Europea durante il briefing quotidiano.

12.23 - Il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in una telefonata di cui dà notizia la cancelleria a Berlino, "hanno concordato sul fatto che una soluzione diplomatica fra Ucraina e Russia richieda la fine immediata delle attività di combattimento da parte della Russia e un ritiro delle truppe russe". Scholz e Zelensky hanno avuto "uno scambio sulle possibilità di ulteriori forme di sostegno dalla Germania e hanno deciso di restare in stretto contatto", si legge ancora nella nota del portavoce della cancelleria Steffen Hebestreit.

11.57 - "Chiedo a tutti i nostri partner di unirsi a noi per aumentare il loro sostegno finanziario all'Ucraina. I nostri sforzi congiunti sono fondamentali per garantire che la democrazia ucraina prevalga sull'aggressione di Putin". Lo dice il segretario al Tesoro degli Stati Uniti, Janet Yellen, al Brussels Economic Forum, sottolineando che "il fabbisogno di finanziamento immediato dell'Ucraina è significativo". Alla fine della guerra, aggiunge, "l'Ucraina avrà bisogno di un sostegno massiccio e di investimenti privati per la ricostruzione e il recupero" come è stato per l'Europa dopo il 1945.

11.04 - I colloqui tra Mosca e Kiev adesso non si stanno svolgendo in alcuna forma. Lo spostamento del processo negoziale ucraino da Kiev a Washington e Londra non porterà frutti. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov citato dall'agenzia russa Interfax.

10.04 - La ministra degli Esteri svedese, Ann Linde, ha firmato questa mattina la domanda di adesione della Svezia alla Nato: lo riporta la Cnn. La firma rappresenta il passo formale di Stoccolma verso l'ingresso nell'Alleanza.

9.49 - "L'esistenza stessa della Russia è irritante per l'Occidente, il mondo occidentale è pronto a fare di tutto perché la Federazione non viva come vuole. Gli Stati Uniti si comportano in maniera ostile nei confronti della Russia". Lo ha affermato il portavoce del Cremlino DimitrijPeskov secondo quanto riporta l'Agenzia russa Tass. "Il Paese perde la sua sovranità se non difende fermamente i suoi interessi", ha aggiunto, "la Russia è sicura della sua vittoria e del raggiungimento degli obiettivi prefissati, è sicura che tutto andrà bene".

9.33 - "La guarnigione di Mariupol ha compiuto la sua missione di combattimento, il comando militare supremo ha ordinato ai comandanti delle unità di stanza ad Azovstal di salvare le vite dei combattenti". Lo ha dichiarato lo Stato maggiore delle forze armate ucraine in un comunicato citato dalla Bbc. L'esercito ucraino ha dichiarato di essere al lavoro per evacuare tutte le truppe rimaste dall'acciaieria dopo mesi di bombardamenti.

9.30 - Sono almeno 27.900 i soldati russi uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione: lo rende noto l'esercito di Kiev. Nel suo aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca, l'esercito indica che dopo 83 giorni di conflitto si registrano anche 201 caccia, 167 elicotteri e 436 droni abbattuti. Inoltre le forze di Kiev affermano di aver distrutto 1.235 carri armati russi, 578 pezzi di artiglieria, 3.009 veicoli blindati per il trasporto delle truppe, 97 missili da crociera, 198 lanciamissili, 13 navi, 2.109 tra veicoli e autocisterne per il trasporto del carburante, 90 unità di difesa antiaerea e 43 unità di equipaggiamenti speciali.

5.51 - Tutte le comunità della regione di Kiev hanno riacquistato l'accesso all'acqua. Lo rendono noto le autorità locali, citate dal Kyiv Independent. Solo alcune case a Hostomel sono senza acqua a causa della mancanza di elettricità, spiega il capo dell'amministrazione militare regionale Oleksandr Pavliuk. 

5.05 - Secondo il Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia (Unicef), fino a 600.000 bambini in più in tutto il mondo potrebbero essere lasciati senza accesso a cure salvavita per la malnutrizione acuta grave a causa dell'aumento dei costi delle materie prime, in parte dovuto all'aumento dei prezzi del carburante e alla guerra in Ucraina. In un ultimo comunicato stampa, l'Unicef afferma che il prezzo degli alimenti terapeutici pronti all'uso potrebbe aumentare fino al 16% nei prossimi sei mesi a causa del costo più elevato delle materie prime. L'alimento terapeutico pronto all'uso, noto come Rutf, è una pasta densa energetica a base di arachidi, zucchero, olio e latte in polvere. Russia e Ucraina sono produttori ed esportatori agricoli chiave, ma la guerra sta bloccando le linee di approvvigionamento. 

4.32 - La Russia sta introducendo permessi di residenza nella regione meridionale di Kherson per limitare la circolazione dei cittadini e sta bloccando le vie di uscita dall'oblast. Lo rende noto il vicecapo del Consiglio regionale Yuriy Sobolevsky, citato dal Kyiv Independent.

2.07 - Una base militare ucraina a circa 15 chilometri dal confine con la Polonia è stata presa di mira nelle prime ore di oggi da un attacco missilistico russo. Lo rende noto Maksym Kozytsky, capo dell'amministrazione militare regionale di Leopoli. Una fonte della Cnn ha riferito di aver visto le difese aeree illuminarsi in direzione della struttura militare di Yavoriv, a una quarantina di chilometri di distanza dalla città da cui erano state sentite esplosioni.

00.39 - Esplosioni sono state udite a Leopoli nelle prime ore di oggi. Lo rende noto il sindaco della città ucraina occidentale Andriy Sadovy, citato dal Kyiv Independent.

00.02 - Dopo le trattative che hanno portato all'inizio dell'evacuazione dei militari ucraini dall'acciaieria Azovstal di Mariupol, Kiev continua "la massima attività diplomatica in altre aree, nell'interesse del Paese". Lo ha detto il presidente Volodymyr Zelensky, citato dall'agenzia Ukrinform, in un discorso alla nazione. "Il lavoro continua - ha detto ancora il presidente -. Questo lavoro richiede delicatezza, e tempo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA



Modifica consenso Cookie