Economia
  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Poste News
  4. Poste, 10 progetti con 10 Onlus a sostegno dell'infanzia

Poste, 10 progetti con 10 Onlus a sostegno dell'infanzia

A supporto di bambini e ragazzi fragili e delle loro famiglie

Poste Italiane promuove dieci progetti speciali a supporto dei bambini e dei ragazzi con fragilità e delle loro famiglie, inseriti nell'ampio piano di interventi per il sociale 'Presenti sul territorio, vicini alle comunità'. La società lo annuncia spiegando che "il pacchetto di azioni a sostegno dell'infanzia è stato realizzato in collaborazione con dieci Onlus di rilievo nazionale, selezionate da Poste Italiane.
    "Lo spirito dell'iniziativa 'Presenti sul territorio, vicini alle comunità e i dettagli dei dieci progetti educativi, ricreativi e formativi - spiega una nota - sono stati illustrati nel corso di un incontro alla presenza della presidente di Poste Italiane, Maria Bianca Farina, del condirettore generale, Giuseppe Lasco, e dei rappresentanti delle 10 Onlus partner del programma: Canovalandia, Fondazione Gino Rigoldi, La Caramella buona, Associazione italiana cuore e rianimazione "Lorenzo Greco", Le ali dei pesci, I bambini delle fate, Associazione Andrea Tudisco, Dynamo Camp, Fondazione Theodora e Be&able".
    "In occasione dei suoi 160 anni di vita, Poste Italiane dimostra ancora una volta la sua presenza in ogni realtà del territorio ed è orgogliosa di avere al suo fianco le Onlus che hanno dimostrato negli anni il valore delle loro iniziative", commenta Maria Bianca Farina. "Dal 2018 - aggiunge Giuseppe Lasco - abbiamo destinato più di 1 milione e 300 mila euro a progetti benefici, sostenendo più di 60 iniziative e collaborando con una rete di circa 50 tra associazioni no profit, onlus locali e fondazioni nazionali".

"Il nostro obiettivo comune - commenta ancora la presidente Maria Bianca Farina. evidenziando la collaborazione con le Onlus - è offrire ad ogni bambino, ragazzo e ad ogni famiglia il giusto appoggio. Con questo ampio programma di interventi aggiungiamo quindi un altro tassello alla nostra presenza accanto alle famiglie e a tutta la comunità e rinsaldiamo il legame con le associazioni attive in ambito solidaristico, un legame che è l'esempio concreto delle politiche di inclusione sociale di Poste Italiane".
    Il condirettore generale Giuseppe Lasco evidenza ancora "una politica sociale fatta di progetti concreti, di collaborazione e, soprattutto, di risultati. Proseguiamo quindi - dice - sulla strada dell'impegno per le comunità, specie quelle più periferiche, che è alla base dei valori e della missione di Poste Italiane, sempre attenta a non lasciare mai indietro nessuno, e che si esprime con iniziative capillari di sostegno e inclusione delle fasce sociali più vulnerabili e disagiate".
    Le iniziative selezionate (scientifiche, educative, ricreative e formative) vanno a sostegno - viene spiegato - di bambini e ragazzi con fragilità, come la prevenzione di malattie degenerative ed invalidanti, il supporto a bambini con gravi disagi sociali ed economici o vittime di violenza, centri estivi dedicati a bambini con disabilità del neuro sviluppo, interventi di assistenza abitativa fino a programmi informativi sui rischi della rete con l'obiettivo di favorire l'inclusione e l'integrazione. "In occasione del 160° anniversario della sua istituzione, l'azienda guidata dall'amministratore delegato Matteo Del Fante, riafferma così - sottolinea una nota - il proprio tradizionale impegno per il sociale e l'attenzione alle comunità che ne hanno contraddistinto l'azione nel corso della sua lunga storia al fianco del Paese".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



        Modifica consenso Cookie