Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ruggeri, la musica oggi? Tanti preferiscono passare alla cassa

Ruggeri, la musica oggi? Tanti preferiscono passare alla cassa

Ospite di Fialdini. Dal 12 su Rai2 con Gli occhi del musicista

ROMA, 10 dicembre 2023, 19:17

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"C'è stata una generazione di cantautori molto efficace: Fabi, Silvestri, Gazzè. Ma ormai parliamo di anni '90... in questo momento, come diceva Giorgio Gaber, c'è chi preferisce passare alla storia e chi preferisce passare alla cassa. Penso ci sia più gente appartenente alla seconda categoria". È il giudizio sul mondo della musica di oggi di Enrico Ruggeri, ospite di Francesca Fialdini a Da noi... a ruota libera, in onda su Rai1, alla vigilia del ritorno in tv con Gli occhi del musicista, da martedì 12 dicembre in seconda serata su Rai2. "Racconto storie dei grandi della musica italiana: Toto Cutugno, Sergio Endrigo, Califano, Tenco... Porterò gli spettatori in viaggio con cantautori che hanno segnato la musica italiana. La sfida è quella di parlare di cultura facendo divertire e incuriosire il pubblico", anticipa Ruggeri. E poi, parlando del mestiere del cantautore: "Penso che noi dobbiamo sempre un po' soffrire per scrivere canzoni. O quanto meno un po' esasperare, andare a solleticare paure e incubi. In realtà siamo sempre più allegri rispetto a quello che scriviamo".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza