Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Gad Lerner e Silvia Truzzi raccontano Antonio Gramsci

Gad Lerner e Silvia Truzzi raccontano Antonio Gramsci

In Sardegna lo spettacolo ispirato all'intellettuale e scrittore

CAGLIARI, 02 novembre 2023, 12:17

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

(di Maria Grazia Marilotti) E' un inedito ritratto del grande intellettuale e scrittore sardo quello che affiora da "Il sogno di Gramsci. I temi liceali di un giovane ribelle". Sbarca in Sardegna sotto le insegne del Cedac lo spettacolo scritto e interpretato da Gad Lerner e Silvia Truzzi.
    Sarà in scena il 9 novembre alle 20.30 al Teatro Massimo di Cagliari per la rassegna Pezzi Unici e il 10 alle 21 al teatro Comunale di San Gavino Monreale (CA) per la Stagione de La Grande Prosa.
    "Il sogno di Gramsci" nasce dal ritrovamento di alcuni scritti, in cui affiorano temi e idee cruciali e ricorrenti nelle sue opere filosofiche: "quei testi testimoniano l'impegno giovanile e la straordinaria precocità di un ragazzo povero, arrivato a Cagliari da una delle zone più periferiche della Sardegna, che sarebbe poi diventato un protagonista della vita culturale e politica italiana - spiega Gad Lerner - è stato emozionante trovare quei temi, con quella grafia inconfondibile, che ci fanno intravedere la vita del Gramsci giovane: la formazione di questo intellettuale ribelle è davvero appassionante".
    Per Silvia Truzzi, il nome di Antonio Gramsci è parte di una topografia della memoria: "sono nata e cresciuta a Mantova in piazzale Gramsci, ho sempre saputo chi era, con la curiosità dei bambini, ma in casa avevamo tutte le sue opere, ho letto le lettere e le collaborazioni giornalistiche su L'Avanti. Il pensiero di Gramsci è di un'attualità incredibile: c'è un tema stupendo su Leopardi, con cui condivide il pessimismo della ragione e inventa anche una parola, 'americanarsi', ai primi del Novecento scrive 'la vecchia Europa si sta americanando'. Mi hanno colpito molto le sue riflessioni sul femminismo, e la sua attenzione al mondo femminile: per lui 'le donne sono sfruttate due volte dal capitalismo'".
    Il 9 novembre alle 17,30 Lerner incontra il pubblico a La Fabbrica Illuminata di Cagliari.
    "Ci ha colpiti lo sguardo sul mondo, quando scrive 'Odio gli indifferenti' ha ben presente la grande macelleria della prima guerra mondiale - aggiunge il giornalista - sicuramente c'era in lui il presagio che il fallimento di un grande tentativo democratico, avrebbe risvegliato le forze reazionarie, e la lucida consapevolezza della barbarie incombente".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza