Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cinema, Polvere di Carboni protagonista a Torino e San Diego

Cinema, Polvere di Carboni protagonista a Torino e San Diego

Due riconoscimenti per il corto sul caso Aldo Scardella

CAGLIARI, 19 ottobre 2023, 11:56

Redazione ANSA

ANSACheck

(foto di Sara Deidda) - RIPRODUZIONE RISERVATA

(foto di Sara Deidda) - RIPRODUZIONE RISERVATA
(foto di Sara Deidda) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Ottiene un duplice riconoscimento il film Polvere. Il cortometraggio del regista cagliaritano Paolo Carboni, che ripercorre la tragica vicenda giudiziaria di Aldo Scardella, ha conquistato il primo premio al festival Liberazioni di Torino e il "Silver Ristretto", secondo premio assoluto del concorso al San Diego italian film festival.
    E' stato anche selezionato al Milan shorts film festival e al Riff awards 2023. Prodotto da Tore Cubeddu per Terra de Punt, Polvere sarà proiettato per la prima volta a Cagliari, con data da definire, anteprima dello Skepto film festival in programma tra il 26 e il 28 ottobre.
    Il film è ambientato nel 1985 a Cagliari. Il giovane universitario, interpretato da Andrea Nicolò Staffa, viene accusato di omicidio, arrestato e messo in regime di isolamento.
    Resisterà 185 lunghissimi giorni prima di togliersi la vita, da innocente. "Il cortometraggio - spiega Paolo Carboni - è costruito su fatti realmente accaduti e noti. Oltre alla vicenda giudiziaria il nostro desiderio era raccontare attraverso la finzione, il contesto e la vita di un ragazzo in quel periodo".
    Nel cast anche Felice Montervino, Joe Perrino, Valentino Mannias, Isella Orchis, Carlo Porru, Daniela Vitellaro e Stefano Cancellu. "Il dramma dei suicidi in carcere e la piaga della malagiustizia sono rappresentati con delicatezza, forza e realismo", commenta Annalisa Cuzzocrea, presidente della giuria del festival di Torino. "Ben recitato e sceneggiato, racconta molto attraverso le immagini", si legge tra le motivazioni della giuria del San Diego italian film festival. Il film è stato apprezzato anche dai bibliotecari della Casa Circondariale "Lorusso e Cutugno" di Torino, membri della giuria: "In 29 minuti, concisi ma esaurienti, la tematica della cosiddetta malagiustizia è stata sviluppata in ogni sua sfumatura, a partire dall'origine del caso concreto fino alle più estreme conseguenze sotto il profilo umano".
    Firmano soggetto e sceneggiatura Stefano Cau, la fotografia Edoardo Matacena, il montaggio Andrea Marras, le musiche Emanuele Contis, i costumi Stefania Grilli, il trucco Stefania Bettini, la scenografia Maurizio Loi.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza