Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Pnrr, Lo Russo: 'Torino ha rispettato tutte le scadenze'

Pnrr, Lo Russo: 'Torino ha rispettato tutte le scadenze'

'Tutti i cantieri aperti entro il periodo marzo-giugno 2024'

TORINO, 09 ottobre 2023, 12:48

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Torino ha rispettato tutte le scadenze imposte, ha avviato e concluso tutte la gare, alcuni cantieri sono già partiti, come nel caso di Torino Esposizioni, e le altre centinaia che partiranno entro il 31 marzo o al più tardi giugno 2024. Una grande stagione di trasformazione della città, che ci rende orgogliosi di quanto fatto finora, ovviamente non basta e dobbiamo continuare a lavorare in ottica dello sviluppo, stimolando anche gli interventi privati, e con un ragionamento strategico che deve coinvolgere tutti gli attori del territorio". A dirlo il sindaco, Stefano Lo Russo, al termine dell'incontro con i sindacati sullo stato di avanzamento degli investimenti del Pnrr.
    "La fase due deve guardare alla Torino del 2040-2050 - dice il sindaco - e abbiamo deciso di fare tavoli tematici sui temi principali, come la questione demografica, dell'immigrazione, la transizione ecologica, la sicurezza sul lavoro. Ed entro fine anno vorremmo presentare una valutazione degli effetti ambientali dei progetti Pnrr, soprattutto in termini di riduzione di emissioni, e valutare l'impatto sull'occupazione".
    Richiesta, questa, arrivata dai sindacati.
    "Abbiamo chiesto una valutazione delle ricadute occupazionali dei piani del Pnrr", conferma Gianni Cortese, segretario generale Uil Torino e Piemonte che esprime anche alcune preoccupazioni in merito "all'impatto che deriva dall'azione e applicazione del Pnrr da parte della Regione, ad esempio sulle case di comunità". Anche Domenico Lo Bianco, segretario Cisl Torino, sottolinea che "abbiamo chiesto di monitorare l'impatto sul piano occupazionale" e cita come questioni per lo sviluppo demografia, immigrazione e politiche sociali e abitative. Lo sviluppo economico che passa per la coesione sociale è centrale anche per Igor Piotto (Cgil) che richiama infine alla necessità di 'un patto sociale nel quale ciascuno si assuma la propria responsabilità per un obiettivo e una visione comune".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza