Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sindacati chiedono incontro a Piantedosi su migranti Ventimiglia

Sindacati chiedono incontro a Piantedosi su migranti Ventimiglia

Lunedì il ministro è atteso a Imperia per vertice in Prefettura

VENTIMIGLIA, 29 settembre 2023, 11:05

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il sindacato unitario dei lavoratori Cgil-Cisl e Uil chiede un incontro con il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi, atteso lunedì a Imperia per partecipare a un Comitato sull'ordine e la sicurezza pubblica e per una visita a Ventimiglia, per discutere sull'emergenza migranti e la creazione di un Cpr. "E' necessario un confronto con il territorio per trovare soluzioni umanitarie sostenibili per i migranti e per la comunità di lavoratori, lavoratrici e residenti - si legge in una nota congiunta -. Da anni la frontiera con la Francia rappresenta un blocco per le migliaia di migranti che ogni giorno transitano sul territorio.
    Nell'agosto del 2020 è stato chiuso il 'Campo del Roia', l'unico presidio istituzionale di accoglienza e da allora le associazioni di volontariato sono state lasciate sole nella distribuzione di pasti e nell'ospitalità ai migranti, soprattutto a donne e bambini".
    I sindacati sottolineano anche i numerosi i casi di minori non accompagnati, spesso respinti dalla Francia e trovati sul nostro territorio nazionale e la condizione di molti migranti costretti a vivere per strada, anche se molti preferiscono rinunciare all'accoglienza, per evitare di essere identificati e poter così espatriare abusivamente in Francia, senza essere "schedati" dalle autorità italiane.
    "Oltre all'emergenza umanitaria - conclude la nota - si registrano i contraccolpi dal punto di vista delle attività commerciali, turistiche ed economiche che ci sono e che rischiano di aumentare, nonché i disagi a cui sono sottoposti residenti e lavoratori frontalieri".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza