Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Manchevski fra i protagonisti del Balkan Film Festival

Manchevski fra i protagonisti del Balkan Film Festival

A Roma dal 7 al 12 novembre. Tra ospiti anche Fisnik Maxville

ROMA, 06 novembre 2023, 18:51

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Milcho Manchevski, con il suo Kaymak e protagonista di una Q&A sarà fra gli ospiti martedì 7 novembre alla Casa del Cinema nella giornata d'apertura della 6/a edizione del Balkan Film Festival (7- 12 novembre), nella capitale anche al Nuovo Cinema Aquila a Pigneto.. Il film di Manchevski (che nel 1994 ha vinto il Leone d'oro a Venezia ed è stato poi in corsa agli Oscar con Prima della pioggia), è una storia d'amore irriverente, una satira sociale che esplora l'eterna ricerca dell'amore tra genitorialità surrogata, infedeltà e ruolo della donna nella società.
    Il Balkan Film Festival, che presenterà 26 film, di cui in concorso 11 lungometraggi e 10 corti, su iniziativa dell'Associazione italo-balcanica Occhio Blu, ha l'obiettivo di promuovere il dialogo cinematografico tra Italia e Balcani.
    Grazie alla presenza a Roma di tutte le cinematografie balcaniche (provenienti da Slovenia, Croazia, Serbia, Bosnia, Romania, Bulgaria, Montenegro, Kosovo, Macedonia del Nord, Albania, Grecia, Turchia) il Festival si arricchisce di protagonisti, temi e dibattiti. Sempre il 7 novembre il kosovaro Fisnik Maxville presenta il suo film d'esordio The Land Within con il quale ha vinto come miglior regista al Raindance Film Festival a Londra. Protagonista della storia è Remo, che dopo essere fuggito dal Kosovo durante la guerra e aver trascorso i successivi dieci anni a Ginevra, riceve una telefonata dalla cugina Una che gli chiede di tornare al suo villaggio natale, ormai in rovina. La maggior parte degli abitanti del villaggio è stata uccisa durante la guerra, quindi il team di scienziati internazionali sta scavando nelle fosse comuni, cercando di identificare le vittime. Tra gli eventi del festival un Panel sul Cinema Balcanico con Dina Jordanova ed Elma Tataragic; un Focus sul cinema albanese; l'evento "Il cinema e la guerra" intorno alla proiezione del film premio Oscar di Danis Tanovic No Man's Land; una focus sul grande poeta americano d'origine serba, recentemente scomparso, Charles Simic. Saranno al Festival, fra gli altri, anche il regista croato Juraj Lerotic, la greca Asimina Proedrou, la bosniaca Aida Begić, gli albanesi Gentian Koći ed Edmond Budina, il montenegrino Aleksandar Vujovic.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza