Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Corteo di Ultima Generazione, 'il 16 dicembre tutti a Roma'

Corteo di Ultima Generazione, 'il 16 dicembre tutti a Roma'

A Bologna rinviato processo a tre ambientalisti

BOLOGNA, 30 novembre 2023, 12:50

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Corteo degli ambientalisti di Ultima Generazione al termine dell'udienza in Tribunale a Bologna per i tre attivisti arrestati lo scorso 2 novembre per aver bloccato la tangenziale. Scortata dai blindati della polizia, una cinquantina di manifestanti ha attraversato il centro (via Barberia, piazza Malpighi, Ugo Bassi) per poi raggiungere piazza Maggiore tra canti e slogan. "Noi non ci fermeremo, perché non possiamo aspettare, il cambiamento climatico del resto non si arresterà. Continueremo a lottare", hanno detto al microfono. Gli attivisti hanno lanciato un altro presidio per il 7 dicembre, quando è prevista la nuova udienza in Tribunale a Bologna per i tre ambientalisti, e un'altra iniziativa per il 16 dicembre a Roma "dove faremo sentire tutti la nostra voce a Giorgia Meloni e al suo Governo", hanno ribadito più volte.
    L'udienza per i tre attivisti è stata rinviata al 7 dicembre alle 9.30. Dopo essere stati fermati dalla Digos e aver trascorso una notte ai domiciliari, il giorno successivo l'arresto fu convalidato per i reati di violenza privata aggravata e danneggiamento, ma non per l'accusa di interruzione di pubblico servizio aggravata. Il giudice scarcerò quindi i tre, difesi dagli avvocati Elia De Caro e Mimma Barbarello, disponendo per due di loro il divieto di dimora a Bologna, mentre per il terzo l'obbligo di firma. Nel frattempo, per uno degli attivisti, la misura del divieto di dimora è stata attenuata in obbligo di firma.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza