Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Aggressioni tra bande di ragazzini, sei denunciati a Ferrara

Aggressioni tra bande di ragazzini, sei denunciati a Ferrara

L'indagine della polizia, gli episodi ad aprile

BOLOGNA, 29 novembre 2023, 18:10

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sei giovani, cinque italiani e uno di origine straniera, di età compresa tra i 15 e i 18 anni (da poco compiuti da uno degli indagati), sono stati denunciati dalla Squadra mobile di Ferrara per i reati di minacce aggravate, lesioni e percosse ai danni di un gruppo di minori stranieri, compiuti ad aprile.
    L'indagine, coordinata dalla Procura dei minori di Bologna, si è focalizzata su quattro episodi di violenza a Ferrara e per arrivare ai responsabili è stato necessario visionare numerose riprese di varie telecamere di sorveglianza, utilizzare i social per meglio identificare gli autori, eseguire confronti e riscontri fotografici, ascoltare numerose testimonianze. Dopo una prima aggressione con calci e pugni col pretesto di uno "sguardo sbagliato" a una ragazza, avvenuta nel parcheggio del centro commerciale Il Castello, ve n'è stata a breve distanza di giorni una seconda, più grave, nell'area della stazione ferroviaria. Qui un gruppo di minori, composto anche da alcuni degli iniziali aggressori, ha avvistato due ragazzini del gruppo di stranieri e gli si è parato davanti. Dopo un breve scambio di battute la situazione è degenerata e i due sono stati picchiati.
    Uno degli aggressori ha probabilmente usato un tirapugni per colpire uno dei giovani stranieri alla nuca, facendolo cadere privo di sensi. Dopo un ricovero di alcuni giorni, il ragazzo è stato dimesso con una prognosi di 31 giorni riportando una fattura cranica con emorragia cerebrale.
    Alcuni giorni dopo l'intervento tempestivo della Polizia ha permesso di fermare il tentativo di vendetta da parte del gruppetto di aggrediti, che aveva programmato di regolare i conti alle giostre di viale Alfonso d'Este, allestite in occasione della festa del patrono San Giorgio.
    Una settimana dopo, due dei giovani stranieri, mentre si trovavano sempre in zona stazione, si sono resi conto di essere seguiti dall'altro gruppo i cui componenti avevano appresso bastoni, altri oggetti contundenti e tirapugni. Inseguiti e minacciati, hanno trovato riparo dentro un esercizio commerciale, lì dove sono poi giunte le forze dell'ordine.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza