/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Chirurgia della mano in contemporanea per un 65enne e una bimba

Chirurgia della mano in contemporanea per un 65enne e una bimba

Al Policlinico di Modena, i due interventi urgenti

MODENA, 01 giugno 2023, 12:41

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Doppia urgenza, in contemporanea, gestita dalla Chirurgia della mano al Policlinico di Modena.
    Come rende noto la stessa azienda ospedaliero universitaria emiliana, infatti, venerdì 26 maggio, mentre l'equipe diretta da Roberto Adani stava operando un uomo di 65 anni per reimpiantargli un dito anulare che aveva perso a causa di un anello incastrato in un gancio, all'ospedale è giunta anche una bambina di nove anni con l'arteria radiale del polso lacerata a causa di un vetro.
    In quel momento è stato necessario aprire una seconda sala di emergenza, effettuando entrambi gli interventi in contemporanea, che hanno avuto buon esito: i due pazienti stanno bene e sono stati dimessi. "Non è scontato - commenta il direttore generale dell'azienda ospedaliero universitaria modenese, Claudio Vagnini - riuscire ad attivare in breve tempo una seconda sala di emergenza, utilizzando al meglio i due microscopi chirurgici disponibili, quello della Chirurgia della mano nella prima urgenza e quello della Chirurgia plastica e ricostruttiva nella seconda". A tutto il personale coinvolto vanno i miei complimenti", conclude Vagnini.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza