Al via candidature per premio Vivere a Spreco Zero

Partecipazione è possibile fino al 15 settembre

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - Aperte fino al 15 settembre le candidature per la 10^ edizione del Premio Vivere a Spreco Zero.

L'iniziativa, che riguarda enti pubblici, imprese, scuole, cittadini, associazioni, ruota intorno a una vasta rete di categorie: dallo spreco alimentare alla biodiversità, dalla dieta mediterranea alla promozione dell'economia circolare fino ai temi centrali di questo 2022 di guerra e siccità, acqua ed energia. Nello specifico le categorie per partecipare sono: Amministrazioni Pubbliche, Imprese, Scuole, Cittadini, Associazioni, Economia Circolare, InnovAction, Biodiversità, Saggistica, Dieta Mediterranea, Ortofrutta, Acqua / Energia.

Tutte le sezioni- informa una nota- diventeranno piccoli "Oscar" italiani della sostenibilità, promossi dalla campagna Spreco Zero di Last Minute Market con il patrocinio dei ministeri della Transizione Ecologica, degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale e del Lavoro e delle Politiche Sociali, e con la Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, Anci- Associazione nazionale comuni italiani, Regione Emilia Romagna. Al centro del premio le buone pratiche. Le candidature dovranno pervenire attraverso il form pubblicato nella homepage del sito sprecozero.it. I vincitori saranno premiati il 29 novembre 2022, a Bologna. "Se il cambiamento climatico- afferma il fondatore Spreco Zero Andrea Segrè - sta presentando il conto e la grande sete si è aggravata con la drammatica guerra in Ucraina si ulteriormente acuita la crisi energetica, la diversificazione nell'approvvigionamento e le strategie di transizione energetica verso modelli di produzione e consumo sostenibile richiederanno comunque la massima attenzione per garantire a tutti condizioni di vita adeguate, nel corso del prossimo inverno e negli anni a venire". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie