Economia sociale, in Italia valore aggiunto per 49 miliardi

Dati Euricse-Istat: in Lombardia il 15% delle organizzazioni

Redazione ANSA TRENTO

(ANSA) - TRENTO, 11 MAG - All'interno dell'economia sociale in Italia si muovono quasi 380.000 organizzazioni, per un valore aggiunto complessivo di oltre 49 miliardi di euro (51,8 miliardi includendo anche le controllate dei gruppi cooperativi). I dati emergono dal 1/o rapporto Euricse-Istat sull'economia sociale, presentato oggi.
    A quanto emerge dallo studio, il numero degli addetti raggiunge i 1,52 milioni (1,58 milioni comprese le controllate) e più di 5,5 milioni di volontari. I dipendenti sono in maggioranza donne (57,2%), in media con un livello di istruzione superiore dei colleghi che lavorano nelle imprese tradizionali.
    Le organizzazioni del sociale operano principalmente negli ambiti delle attività artistiche, sportive e di intrattenimento (37%). I settori più rilevanti dal punto di vista economico e dell'occupazione sono quelli dell'istruzione (circa 60% di addetti e valore aggiunto), della sanità e dell'assistenza sociale (35,9% del valore aggiunto e 45,1% degli addetti).
    Tre organizzazioni su quattro sono costituite in forma di associazione, ma le cooperative impiegano oltre i 3/4 degli addetti e contribuiscono al 60% del valore aggiunto totale.
    La Lombardia ha una maggiore concentrazione di organizzazioni dell'economia sociale, oltre il 15% di tutto il Paese con il 22% del valore aggiunto. In seconda posizione in termini economici c'è l'Emilia-Romagna, con l'8% delle organizzazioni e il 15% del valore aggiunto.
    L'85,5% delle istituzioni dell'economia sociale è finanziata da fonti private. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA