Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ferrari, un romanzo tra ambiente accademico e anni di piombo

Ferrari, un romanzo tra ambiente accademico e anni di piombo

All'Aquila l'autore vincitore del Premio Flaiano Narrativa 2023

L'AQUILA, 07 novembre 2023, 15:48

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

'No, non sono io quel Marcello Gori. Il mio personaggio è una specie di Zeno Cosini post-moderno, una sorta di vitellone consapevole del fatto di essere incompleto". Dario Ferrari parla così del protagonista del suo romanzo La Ricreazione è Finita (Sellerio), vincitore del Flaiano Narrativa e del Premio Satira (entrambi nel 2023).
    Il 9 novembre l'autore viareggino sarà ospite all'Aquila di un incontro nell'ambito del cartellone delle Attività culturali di ateneo Aurore d'autunno. L'appuntamento è alla libreria Colacchi (corso Vittorio Emanuele II) alle 18. Il libro racconta la storia di Marcello Gori, un ragazzo di provincia, viareggino, che cerca di sfuggire al suo destino di gestore del bar di famiglia laureandosi in lettere e tentando concorsi di dottorato, compreso quello presso la sua università di Pisa.
    Per una serie di circostanze impreviste, e a dispetto sia del professore titolare della cattedra che ha bandito il concorso che dei colleghi di lungo servizio in attesa di una sistemazione, Marcello entra nella terna dei vincitori e gli viene assegnato, come argomento per la sua tesi, un lavoro sulla vita e le opere di un oscuro scrittore anche lui di Viareggio, Tito Sella. Quando Marcello cerca di capire chi sia, scopre che ha scritto di narrativa, ma che soprattutto e quasi solamente è ricordato come terrorista italiano degli anni '70.
    "Non è un libro necessariamente autobiografico", ribadisce Ferrari, "i personaggi sono verosimili ma immaginari, anche Tito Sella che ho cercato, tuttavia, di rendere credibile". Uno spaccato sulle dinamiche accademiche raccontate non senza un velo di ironia, così come gli anni di piombo che riaffiorano da una prospettiva inedita. "Ho cercato - spiega - di fare chiarezza su questi anni che per me erano abbastanza oscuri, gli spetti controversi della violenza, mista alla pretesa di cambiare il mondo. Rivendico comunque il mio modo di raccontare il mondo da una finestra di periferia e lo faccio come fosse una commedia seria".
    Ferrari è nato a Viareggio, ha studiato filosofia a Pisa dove ha conseguito un dottorato di ricerca. Ha esordito nella narrativa con 'La quarta versione di Giuda' (2020). Dialogherà con l'autore Lucia Faienza.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza