Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Catture di animali selvatici,un simposio nel Parco della Maiella

Catture di animali selvatici,un simposio nel Parco della Maiella

Esperti a confronto, da controllo malattie a convivenza con uomo

CARAMANICO TERME, 22 maggio 2023, 17:13

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Le tecniche di cattura di animali selvatici che si avvicinano sempre più alle aree antropizzate non possono più ignorare l'accresciuta sensibilità comune per il rispetto del benessere degli animali stessi e assumono un ruolo cruciale per la conservazione, la ricerca, la gestione faunistica. Un tema su cui si confronteranno veterinari, biologi, ecologi, studenti e ricercatori nel campo della One Health provenienti da tutto il mondo al "Simposio internazionale sulle catture degli animali selvatici", in programma nella Sede Scientifica del Parco Nazionale della Maiella, a Caramanico Terme (Pescara), dal 19 al 21 ottobre 2023.
    "Le attività dell'uomo nel loro precipitoso sviluppo sono in grado di determinare, in molte parti del mondo, l'eliminazione di habitat e di minacciare la sopravvivenza di specie autoctone che a tali habitat sono legate - si legge in una nota del Wildlife Research Center del Parco della Maiella - Invece, in altre aree del pianeta, l'abbandono delle zone rurali può aver determinato condizioni ecologiche del tutto nuove, per le quali sia predatori sia prede tendono a migrare nelle aree fortemente antropizzate e a uscire dalle 'consuete' aree di rifugio. Altre specie si sono stabilite nelle aree urbane, con quotidiane problematiche relative alla convivenza con l'uomo".
    La scienza o, per certi versi, "l'arte del catturare gli animali selvatici, antica ambizione dell'uomo che si è radicalmente evoluta di recente - spiega Simone Angelucci, responsabile Ufficio Veterinario del Parco della Maiella - assume, in questa epoca chiamata Antropocene, una valenza nuova e fondamentale nel modulare le relazioni tra uomini, ambiente e animali selvatici. Le tecniche di cattura assumono un ruolo cruciale anche nella conoscenza e nelle attività di controllo delle malattie nelle popolazioni animali. Ora è necessario sviluppare migliori pratiche che integrino le metodologie di cattura fisiche e farmacologiche con le più recenti acquisizioni relative a etologia, fisiologia e condizioni di benessere per ogni singola specie in ogni particolare contesto ecologico".
    Le iscrizioni sono aperte fino al 25 agosto prossimo sul sito www.wildlifecapturesymposium.it .
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza