Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cammino di Celestino, Touring premia qualità degli itinerari

Cammino di Celestino, Touring premia qualità degli itinerari

Con i suoi 90 km nel Parco Maiella. Oggi consegna certificato

PESCARA, 31 marzo 2023, 19:08

Redazione ANSA

ANSACheck

Cammino di Celestino, segnaletica Passo San Leonardo - RIPRODUZIONE RISERVATA

Cammino di Celestino, segnaletica Passo San Leonardo - RIPRODUZIONE RISERVATA
Cammino di Celestino, segnaletica Passo San Leonardo - RIPRODUZIONE RISERVATA

Punti di informazione diffusi su tutto il territorio con centri visita e biglietterie, un sito internet completo, a partire dalle tracce Gpx scaricabili, ottima segnaletica e una buona manutenzione del tracciato: sono gli elementi grazie ai quali il Cammino di Celestino, con i suoi 90 km nel Parco nazionale della Maiella, ha ottenuto la certificazione del Touring Club. È il quarto in Italia, insieme al 'Sentiero del Viandante', cammino certificato nel 2020 che si snoda lungo la sponda orientale del Lago di Como, alla "Via del Nord" della Via di Francesco tra Umbria e Toscana e alla 'Via del Giovane' del Cammino di San Francesco di Paola.
    La consegna della certificazione è avvenuta oggi a Pescara nei locali dell'Aurum.
    Per il presidente del Parco della Maiella, Lucio Zazzara, "il Cammino di Celestino, da Sulmona a Serramonacesca, è un fiore all'occhiello del Parco, un parco dove i segni dell'azione umana hanno accompagnato nel tempo la trasformazione della natura. Un Parco che possiamo considerare un laboratorio di sussistenza sostenibile" ha detto ricordando che nell'area protetta sono 1200 i km complessivi di sentieri percorribili.
    Il direttore del Parco, Luciano Di Martino ha sottolineato la grande collaborazione di Comuni, Pro loco e Cai nella definizione delle carte sentieristiche, mentre il console regionale del Touring Club Abruzzo Elio Torlontano ha espresso l'auspicio che il Cammino di Celestino, certificato dopo essere stato "esaminato molto severamente dal nostro staff tecnico, possa essere di esempio per altri Cammini". In modo che non si rischi di banalizzare il concetto di Cammino, come purtroppo è avvenuto con quello di 'albergo diffuso: "banalizzato il concetto, è sparito il prodotto".
    "Il Parco ha creduto nella genesi della narrazione fattiva dei Cammini" ha detto il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri intervenuto alla consegna della certificazione, ricordando anche l'importante apporto, per l'immagine turistica e culturale dell'Abruzzo, dei luoghi e degli itinerari della Transumanza, dal 2019 nella Lista Rappresentativa del Patrimonio culturale immateriale dell'Unesco.

   "Il nostro è uno dei Parchi più fortunati d'Italia. Può contare su un buon personale, su un elevato numero di dipendenti con specifiche tecniche importanti", elemento che ha consentito, ha detto il direttore del Parco della Maiella Luciano Di Martino, di portare avanti un lavoro in sinergia con le amministrazioni comunali. Dopo aver puntato sull'organizzazione e su una nuova gestione della rete sentieristica "ora è il momento di fare una forte promozione che arriva anche grazie al Touring Club e alla Regione Abruzzo. Questo Cammino, oltre a rispettare la natura, prende contatto con gli agricoltori, i pastori e i ristoratori, che sono i custodi dei nostri valori". "Dobbiamo tener conto del cambiamento della cultura ambientale delle persone - ha aggiunto il presidente del Parco Zazzara - C'è il desiderio di percepire un ambiente speciale per la sua complessità che non è solo biodiversità, ma è anche derivante dalla particolare compresenza di tracce della storia e culture contemporanee". In tal senso il Parco sta preparando una proposta organica sui percorsi delle miniere e dei minatori nonché sul cammino lungo la Linea Gustav "sul versante orientale della Maiella poco valorizzato - ha spiegato Zazzara - che in una prima versione vada dall'interno fino a Ortona, e non per ripetere un'azione commemorativa, come già fanno benissimo varie associazioni". Per l'assessore regionale a Turismo e Attività Produttive, Daniele D'Amario, il Parco nazionale della Maiella è particolarmente dinamico: "Se abbiamo una possibilità di impegnare dei fondi, immediatamente ci fornisce un progetto esecutivo. Per questo stiamo già lavorando insieme al recupero di due rifugi. Per l'anno prossimo spero che, in occasione della fiera 'Fa' la cosa giusta' di Milano insieme a tutti i Parchi abruzzesi potremo presentare una carta dei cammini di tutto il sistema dei parchi".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza