Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Donazione di organi all'ospedale di Teramo

Donazione di organi all'ospedale di Teramo

Ottava donazione multiorgano alla Asl di Teramo nel 2023

TERAMO, 09 agosto 2023, 20:47

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La donazione multiorgano è avvenuta nelle prime ore del mattino all'ospedale Mazzini di Teramo: un uomo di 63 anni è deceduto a causa di un gravissimo ictus cerebrale, la famiglia ha confermato la volontà di donazione in linea con i valori che avevano guidato l'uomo in vita. Dunque sono iniziate nella giornata di ieri le lunghe e complesse procedure per il prelievo multiorgano svolte dagli operatori dell'ospedale. I trapianti verranno effettuati nelle prossime ore negli ospedali di Roma e dell'Aquila.
    Un dono che, nonostante la morte, ha moltiplicato la vita.
    "Una famiglia teramana, ancora una volta ha deciso di compiere un gesto di sensibilità e altruismo" dichiara il direttore generale FF Franco Santarelli. "La volontà a consentire alla donazione nella nostra provincia è in aumento e questo permette di dare risposta agli oltre 8mila pazienti in attesa. Ringrazio dunque a nome di tutta la comunità la famiglia e ringrazio anche tutti gli operatori coinvolti del Mazzini" conclude Santarelli.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza