Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Melozzi, bacchetta fra i denti, omaggia a Sanremo la sua terra

Melozzi, bacchetta fra i denti, omaggia a Sanremo la sua terra

Su Fb, l'Abruzzo è partitura da eseguire con passione e rispetto

TERAMO, 10 febbraio 2024, 13:04

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La bacchetta tra i denti in omaggio all'arrosticino. Così il maestro teramano Enrico Melozzi ha omaggiato l'Abruzzo dal palco del teatro Ariston nel corso della quarta serata del 74/o festival di Sanremo. Un gesto semplice che è stato colto da molti e divulgato sui social, sulla spinta della passione per la tradizionale pietanza abruzzese.
    "Nel cuore dell'Abruzzo - ha commentato lui stesso sulla sua pagina Facebook - tra i profumi dell'arrosto e le melodie della tradizione, c'è un mondo di poesia e musica pronta a esplodere.
    Come un direttore d'orchestra che usa la bacchetta con maestria, noi abruzzesi dirigiamo un'armonia di colori e suoni che va oltre il semplice piacere culinario".
    "Con la bacchetta fra i denti e lo sguardo rivolto al cielo celebriamo la nostra terra non solo per la sua cucina, ma per la sinfonia di emozioni che suscita. L'Abruzzo è una partitura da eseguire con passione e rispetto, dove ogni nota racconta una storia di tradizione e bellezza" ha scritto ancora Melozzi, che è anche ideatore e direttore del concertone 'La notte dei serpenti', andato in scena il 29 luglio 2023 allo Stadio del Mare di Pescara per celebrare la cultura e la tradizione musicale abruzzese.
    "È tempo di alzare le braccia e dirigere il nostro destino verso un futuro fatto di cultura e poesia - si legge alla fine del post che ha accompagnato la foto - dove la musica degli Abruzzi risuona nell'anima di chiunque abbia il privilegio di ascoltarla. Viviamo l'Abruzzo come una grande orchestra, pronti a far vibrare il cuore del mondo con la nostra arte e il nostro spirito indomito. Forza Abruzzo, la tua melodia è eterna!".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza