Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Calcio: Sarri, lasciate stare Mourinho, è animale da spettacolo

Calcio: Sarri, lasciate stare Mourinho, è animale da spettacolo

E' di una simpatia straordinaria. In certe storie non entro'

CASTIGLION FIORENTINO, 20 marzo 2023, 22:30

Redazione ANSA

"Lasciate stare Mourinho, è un animale da spettacolo. È una persona di una simpatia straordinaria. Poi a tirarti dentro certo storie è il numero uno ma io non voglio entrare in queste storie". Lo ha detto il tecnico della Lazio Maurizio Sarri, che ha partecipato al Gran gala dello sport di Castiglion Fiorentino ricevendo il premio dedicato al castiglionese Corrado Viciani, teorico del gioco corto ante litteram e autore della storica promozione della Ternana in Serie A negli Anni Settanta.
    Sui rimpianti il tecnico biancoceleste ha detto: "Con i gol di Ciro (Immobile ndr) potevamo essere più avanti ma pazienza.
    La classifica oggi è fluida che non vi dà garanzie. Può succedere di tutto". Sul calcio italiano: "Si può discutere su quanto il calcio di club incida sul calcio italiano perché delle squadre che sono ai quarti delle Coppe di calciatori italiani ce ne sono pochi. Io ogni volta che si compra un giocatore lo voglio italiano". Sarri ha poi ha ricordato i tempi trascorsi nell'aretino come giocatore e come allenatore.
    Poi su Lotito: "non lo chiamo né presidente né allenatore, solo Claudio. Però da quando è senatore si vede di meno. Mi ha giurato che tornerà più spesso e io lo spero". Infine sul riconoscimento ricevuto: "E' un premio che mi fa un piacere enorme perché fin da bambino ho sempre avuto ammirazione per Viciani. Io sono sempre per la priorità delle idee poi ti devi adattare ai tuoi giocatori".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza