Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Kazakistan: aperto l'Istituto Italiano di Cultura di Almaty

Kazakistan: aperto l'Istituto Italiano di Cultura di Almaty

È il primo Istituto Italiano di Cultura in Asia Centrale

ALMATY, 30 novembre 2023, 13:57

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

È stato inaugurato oggi l'Istituto Italiano di Cultura ad Almaty (Kazakistan). Si tratta del primo Istituto Italiano di Cultura in tutta l'Asia Centrale.
    L'inaugurazione cade a poco meno di tre mesi dalla visita in Kazakistan del vice premier e ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Antonio Tajani.
    La cerimonia inaugurale è stata presieduta dal capo dell'Ufficio Promozione Culturale e Istituti Italiani di Cultura, Marco Maria Cerbo, dall'ambasciatore italiano in Kazakistan, Marco Alberti, dal nuovo capo dell'Istituto di Cultura di Almaty, Edoardo Crisafulli, nonché da diversi rappresentanti delle istituzioni locali tra cui il vicesindaco di Almaty Alysher Elisuly Abdykadyrov.
    Entrando nella nuova struttura, gli ospiti hanno potuto deliziarsi con una mostra di immagini, curata da Giorgio Armaroli, dedicate alla "Divina Commedia" di Dante Alighieri.
    Come ricordato dall'ambasciatore Alberti, La Divina Commedia non solo rappresenta la cultura per eccellenza, ma è anche simbolo del tema del viaggio, elemento d'integrazione tra culture diverse e tradizione importante per il popolo kazako.
    Oltre all'insegnamento della lingua italiana e alla promozione di eventi e progetti culturali (cinema, cucina, opera, e molto altro), l'Istituto si occuperà, in collaborazione con l'Ambasciata e l'ICE, di svolgere attività legate alla promozione integrata dell'Italia in Kazakistan, valorizzando la forza del rapporto stretto che esiste tra cultura e impresa.
    L'Italia è uno dei maggiori investitori esteri nel paese, il primo acquirente europeo di beni kazaki e il secondo a livello mondiale, con un volume di scambi triplicato dal 2021. La cultura italiana è, inoltre, molto apprezzata dalla popolazione kazaka: non solo vi è grande interesse verso i film e la musica italiana - soprattutto quella degli anni 80 e 90 - ma vi è anche una forte apprezzamento della cucina, della moda e della lingua italiana tra i più giovani. Pertanto, il nuovo Istituto Italiano di Cultura di Almaty svolgerà un ruolo importante in termini di soft power e diplomazia culturale, contribuendo a rafforzare la posizione dell'Italia in una regione di crescente importanza strategica.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza