Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Protesta ad Amsterdam contro Wilders, 'non è il nostro premier'

Protesta ad Amsterdam contro Wilders, 'non è il nostro premier'

Slogan contro politiche di ultradestra, 'l'Olanda sia per tutti'

BRUXELLES, 02 dicembre 2023, 16:52

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Wilders non è il mio primo ministro", "un Paese per tutti", "no al razzismo e alla discriminazione". Un centinaio di manifestanti si sono riuniti oggi in piazza Dam ad Amsterdam per protestare contro il trionfatore alle elezioni politiche olandesi del 22 novembre e il suo programma politico contrario all'Islam, all'accoglienza dei migranti, all'Unione europea e alle politiche climatiche.
    L'iniziativa è stata organizzata dal comitato dei club antirazzisti 21 marzo, dal collettivo contro l'islamofobia e la discriminazione e dall'associazione dei lavoratori turchi Htib.
    Nel corteo sono apparse anche alcune bandiere palestinesi ed è stato osservato un minuto di silenzio per le vittime della guerra a Gaza.
    Ieri a L'Aja si è completato il primo round di consultazioni per la formazione del nuovo governo. Lo scout Ronald Plasterk, alla guida dei colloqui esplorativi, ha fatto sapere di avere bisogno di più tempo per presentare le sue indicazioni alla Camera, indicando come scadenza la settimana dell'11 dicembre.
    Il rebus delle coalizioni è ancora lontano dall'essere risolto.
    All'indomani del trionfo elettorale Wilders ha invocato una maggioranza capeggiata dalla sua formazione, il Partito per la libertà (Pvv), insieme ai liberali di destra (Vvd) guidati da Dilan Yesilgoz, al Nuovo contratto sociale (Nsc) del cristiano-democratico Pieter Omtzigt, e al partito dei contadini (BBB). Il Vvd ha però ribadito a più riprese di poter garantire soltanto un appoggio esterno, mentre Omtzigt ha espresso perplessità sul programma dell'estrema destra e il rispetto dello stato di diritto.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza