Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Codici Ateco, da Liguria appello per modifica norma recepimento

Codici Ateco, da Liguria appello per modifica norma recepimento

Caviglia, eccessiva semplificazione porta a perdita informazioni

GENOVA, 10 novembre 2023, 18:30

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La nuova classificazione comunitaria delle attività economiche, che entrerà in vigore da gennaio 2025, "rischia di compromettere seriamente la possibilità di monitorare nel tempo l'evoluzione del piccolo commercio e l'operatività stessa del tessuto di micro, piccole e medie imprese del paese". Lo si legge in una nota di Camera di Commercio.
    "Con l'intento di semplificare la classificazione, il nuovo sistema ("Nomenclature statistique des activités econonomiques) elimina la possibilità di distinguere le attività commerciali al dettaglio in base al canale di vendita - prosegue la nota -, lasciando in vigore soltanto la distinzione in base alla tipologia di prodotti venduti: in questo modo, negozi, ambulanti su area pubblica e attività di commercio elettronico finirebbero tutti nello stesso calderone, senza possibilità di disaggregazione a fini statistici" "Va ricordato - sottolinea il segretario generale della Camera di Commercio Maurizio Caviglia - che i codici Ateco non sono utilizzati solo a scopo puramente statistico ma consentono alle imprese di partecipare alle gare, accedere a finanziamenti pubblici e privati o ad altri benefici e, come si è visto durante la pandemia, operare durante un lockdown. Per non parlare del fatto che, con una scelta eccessivamente semplificatrice, si perderebbero informazioni relative ad attività soggette nel nostro Paese a differenti regimi amministrativi con i conseguenti requisiti". L'Istat finora ha risposto negativamente alle rimostranze avanzate dalle Camere di Commercio, ma dalla Liguria è partito un appello: Confcommercio e Confesercenti regionali hanno mobilitato le rispettive confederazioni nazionali, mentre la Regione Liguria ha sollevato la questione presso il gruppo tecnico interregionale, che ha chiesto la discussione all'interno della Conferenza dei presidenti delle Regioni. "La speranza - conclude la nota - è che, in sede di recepimento della nuova codifica, si riesca ancora a intervenire sui codici di categoria e sottocategoria".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza