/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Borsa: Milano chiude in testa all'Europa, Mps regina, giù Eni

Borsa: Milano chiude in testa all'Europa, Mps regina, giù Eni

Acquisti su Fineco, Tenaris e Unicredit, in calo Pirelli

MILANO, 06 giugno 2023, 18:44

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Piazza Affari ha chiuso in testa alle altre borse europee una seduta piuttosto interlocutoria, debole in apertura e in discreto rialzo nel finale (Ftse Mib 0,67% a 27.036 punti) di nuovo sopra la soglia dei 27mila punti.
    Piuttosto sottili gli scambi, pari a 1,8 miliardi di euro di controvalore. In rialzo il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi a 175,4 punti, 0,4 in più rispetto alla vigilia, con il rendimento del titolo italiano in calo di 0,5 punti al 4,121%.
    Mps (+5,01%) è stata la regina del comparto bancario sia a Milano che nel resto d'Europa, spinta dal ritorno di fiamma su una possibile fusione con Bper (+0,24%), che invece ha trascorso gran parte della seduta in territorio negativo. Acquisti anche su Fineco (+2,82%), Amplifon (+2,36%), Tenaris (+2,29%) e Campari (+2,09%).
    Deboli Eni (-0,9%), che ha scontato insieme ai rivali il calo del greggio, e Pirelli (-0,83%), il cui amministratore delegato e vicepresidente esecutivo Marco Tronchetti Provera è stato ascoltato dal dipartimento Golden Power di Palazzo Chigi sul nodo del rinnovo del patto parasociale tra Cnrc, Marco Polo International Italy, Camfin ed Mtp.
    Positive Unicredit (+1,53%), Banco Bpm (+1,48%) e Intesa (+1,17%), in linea con l'andamento del settore bancario in Europa. Hanno ceduto invece Leonardo (-0,68%) e Stellantis (-0,45%), più cauta Iveco (-0,19%). bene Stm (+0,45%).
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza