Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Un presepio di Giovanni Putti al Museo Davia Bargellini

Un presepio di Giovanni Putti al Museo Davia Bargellini

Mostra organizzata a Bologna dai Musei Civici d'Arte Antica

BOLOGNA, 06 dicembre 2023, 10:21

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

I Musei Civici d'Arte Antica di Bologna organizzano come di consueto al Museo Davia Bargellini una mostra dedicata al presepio tradizionale, in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti e con la partecipazione del Centro Studi per la Cultura Popolare. La mostra, aperta al pubblico dall'8 dicembre al 14 gennaio, è a cura di Mark Gregory D'Apuzzo, Antonella Mampieri e Alfonso Panzetta. Quest'anno sarà protagonista un presepe in terracotta di Giovanni Putti, proveniente dall'Accademia di Belle Arti di Bologna, che viene esposto in pubblico per la prima volta.
    Formatosi all'Accademia Clementina, Giovanni Putti (1771-1847) appartiene al gruppo degli artisti neoclassici nativi di Bologna, che cercheranno anche fuori dalla patria successo e fortuna. Dopo le prime vittorie accademiche nei premi Marsili Aldrovandi, coronate nel prestigioso Premio Curlandese (1810), la sua attività si divide tra chiese e case private, apparati effimeri e monumenti funebri. Per la devozione privata realizza alcuni presepi, che rielaborano un gruppo composto dalla Sacra Famiglia con il bue e l'asino, a cui si accostano figure adoranti, una donna che accompagna un bambino, un giovane in ginocchio con le mani sul petto o che reca un agnello, altre figure maschili inginocchiate. Ispirato ad un gruppo analogo, opera di Giacomo De Maria, di cui il Davia Bargellini espone in comodato gratuito una versione, il Presepe di Putti dell'Accademia di Belle Arti dimostra come un'idea possa essere declinata con lievi varianti e con risultati sempre nuovi.
    La presentazione del presepe offre inoltre a cittadini e turisti la possibilità di visitare la collezione permanente del Museo Davia Bargellini dove, tra le molte opere, sono esposte le Allegorie della Scultura, Architettura e Storia realizzate dallo stesso artista.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza