Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Scuola, anno nuovo in arrivo. Si parte con il tutor

Scuola, anno nuovo in arrivo. Si parte con il tutor

200mila supplenti, a rilento i corsi abilitanti e c'è il caro libri

ROMA, 01 settembre 2023, 17:22

di Valentina Roncati

ANSACheck

MATURIT� OGGI AL VIA PER 536MILA STUDENTI - RIPRODUZIONE RISERVATA

MATURIT� OGGI AL VIA PER 536MILA STUDENTI - RIPRODUZIONE RISERVATA
MATURIT� OGGI AL VIA PER 536MILA STUDENTI - RIPRODUZIONE RISERVATA

Sta per cominciare il nuovo anno scolastico per circa 7 milioni di studenti e tanti sono i problemi vecchi e numerose le novità. Tra i temi che si ripresentano ogni anno c'è quello del precariato: secondo i sindacati della scuola anche quest'anno saranno oltre 200 mila i supplenti annuali ai quali sono da aggiungere quelli con supplenze più brevi e questo nonostante il ministero dell'Istruzione abbia varato nei mesi scorsi un piano straordinario di reclutamento.

 




Tra le novità di quest'anno scolastico, ci sono le figure del docente tutor e del docente orientatore: da settembre infatti saranno pienamente operativi circa 50.000 docenti tutor e orientatori, che aiuteranno gli studenti delle circa 70.000 classi dell'ultimo triennio delle scuole secondarie di II grado a effettuare scelte consapevoli e costruire un percorso di studi e di lavoro che faccia emergere i talenti di ciascuno. Il tutor avrà anche il compito di favorire il recupero per i ragazzi che manifestano maggiori difficoltà, consentendo al tempo stesso a quelli che hanno particolari talenti di potenziarli. Questi docenti hanno ricevuto nei mesi scorsi una formazione specifica: hanno inoltrato la richiesta di partecipazione ai moduli formativi 52.176 professori per il tutor e 4.252 per diventare docente orientatore.
Tra le notizie preoccupanti che riguardano il mondo della scuola e non solo, il fatto che sta divenendo sempre più evidente la mancanza, soprattutto alle scuole primarie e nei piccoli centri, di bambini, il che rende difficile la formazione delle classi primarie. Al tempo stesso, alle superiori, e in particolare nelle grandi città, continua ad essere presente il problema delle cosiddette 'classi pollaio' formate da oltre 30 studenti.

Il trend - secondo quanto rappresentano i dirigenti scolastici e i sindacati della scuola - rimane lo stesso degli ultimi anni perché la stessa è la normativa che pone a 27, nelle scuola superiore, il numero minimo di studenti: quindi le prime classi anche quest'anno continueranno ad avere da 27 a 30-31 o più studenti; i numeri si alleggeriscono un po' solo nelle classi successive, per bocciature e cambi di istituto.
Tra gli altri temi, quello dei percorsi formativi abilitanti all'insegnamento che potrebbero vedere la luce probabilmente a gennaio 2024, e dei concorsi: entro la prima metà di settembre dovrebbe essere emanato il bando del concorso ordinario per i dirigenti scolastici. Inoltre, entro fine settembre dovrebbero essere pubblicati i bandi per i concorsi in tutti gli ordini delle scuole per posti comuni e di sostegno. In queste ore, intanto, è stato pubblicato il bando per nuove assunzioni pari a 590 unità di personale per i servizi di pulizia negli istituti.

C'è poi all'orizzonte delle famiglie italiane la stangata del caro-libri. Secondo il sindacato dei librai gli aumenti si attesteranno ben oltre il 10% rispetto allo scorso anno, con una spesa che può superare i 500 euro per gli studenti delle scuole superiori. Tanto più che, come denunciato da Paolo Notarnicola, coordinatore della Rete degli Studenti Medi, il problema è aggravato dal fatto che i testi di riferimento vengono cambiati con piccole modifiche o aggiunte, ma gli studenti devono comunque comprarli ex novo.

I Cinque stelle hanno annunciato di aver depositato una proposta di legge che prevede diverse misure per garantire il diritto allo studio, tra cui l'istituzione di una "dote educativa", per prevenire e contrastare la dispersione scolastica e sostenere il diritto allo studio.
Infine, per verificare il recupero dei debiti scolastici gli esami potranno svolgersi fino all'8 settembre.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza