Intelligenza artificiale in spiaggia contro sovraffollamento

Tutela ambiente con stazioni controllo su litorali metropolitani

Redazione ANSA CAGLIARI

(ANSA) - CAGLIARI, 06 APR - L'intelligenza artificiale per monitorare un possibile inquinamento degli arenili ed evitare il sovraffollamento. Nelle spiagge della Città metropolitana di Cagliari arriva Playa Libre, un sistema di controllo che include sette stazioni prototipo già installate e operative a Cala Mosca, Poetto prima fermata in prossimità del Windsurfing Club, Margine Rosso, Kal'e Moru, Solanas, Nora e Cala d'Ostia. Altre quattro saranno collocate a breve alla quarta fermata del Poetto, a La Maddalena spiaggia, Mari Pintau e Cann'e Sisa.
    "Si tratta di un progetto sperimentale altamente innovativo - spiega il consigliere metropolitano delegato alla Mobilità Antonello Floris - che ci consentirà di monitorare le spiagge dal punto di vista ambientale e di fornire al cittadino e al turista informazioni utili in tempo reale per individuare in anticipo la spiaggia ideale in base alle proprie esigenze". 
Il sistema Playa Libre funziona con le stazioni a terra dotate di pannello fotovoltaico e un set di sensori per l'acquisizione dei dati ambientali (temperatura e umidità dell'aria, direzione e intensità del vento, Uva, fotocamera) e dello stato di occupazione della spiaggia. La visualizzazione, gestione e controllo dei parametri avviene per mezzo di una piattaforma web.
    Si può verificare in tempo reale il livello di occupazione delle spiagge e i relativi valori rilevati tramite un'apposita applicazione mobile chiamata Playa Libre. L'app, compatibile con iOS e Android, sarà disponibile entro il mese di maggio. In futuro il sistema potrà essere implementato con l'installazione di Smart Boe per il rilevamento dei parametri dell'acqua.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA