Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

L'architettura di Giancarlo De Carlo a Urbino si trasferisce sul digitale

L'architettura di Giancarlo De Carlo a Urbino si trasferisce sul digitale

Fondazione Ca' Romanino vince il bando del Mic

URBINO, 23 febbraio 2024, 22:15

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il patrimonio architettonico di Giancarlo De Carlo, che in 50 anni di lavoro ininterrotto ridisegnò Urbino, passa dal cemento al digitale, grazie al bando Tocc "Transizione digitale organismi culturali e creativi" del ministero della Cultura gestito da Invitalia nell'ambito del Pnrr, per selezionare i migliori progetti di transizione digitale proposti dagli enti culturali. Ad aggiudicarsi il bando la Fondazione Ca' Romanino, che prende il nome da una delle realizzazioni di De Carlo, una dimora privata in stile brutalista sulle colline di Urbino, costruita nel 1968.
    Il progetto ha un valore complessivo di 53.730 euro, di cui 37.205 mila finanziati dallo stesso fondo. L'obiettivo è la valorizzazione a 360 gradi del lavoro svolto da De Carlo a Urbino, dove fu chiamato dall'allora rettore Carlo Bo all'inizio degli anni '50 per rinnovare gli spazi universitari. Due le attività di digitalizzazione da realizzare entro il 2025: la creazione di una piattaforma, l'Atlante de Carlo, per favorire una ricerca condivisa tra studiosi e con la comunità, e la realizzazione di un catalogo digitale della stessa Ca' Romanino: oggetti di arredo, elementi decorativi, testi, vinili, disegni presenti all'interno della casa. La dimora, donata dai proprietari alla Fondazione, è visitabile e vi si possono trascorrere brevi soggiorni.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza