Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ipotesi rimpasto giunta Marche crea fibrillazioni maggioranza

Ipotesi rimpasto giunta Marche crea fibrillazioni maggioranza

Due consiglieri verso la Lega, scontro con Acquaroli

ANCONA, 03 ottobre 2023, 19:23

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Fibrillazioni nelle Marche per il passaggio di due consiglieri regionali ex di opposizione alla Lega e per le ipotesi di rimpasto chieste dalla segretaria regionale del Carroccio Giorgia Latini, che coinvolgono almeno due propri assessori, andando in scontro con il presidente della Regione Francesco Acquaroli di Fdi. Sullo sfondo c'è il confronto nazionale nel centrodestra in vista delle Europee.
    Ad aprire la querelle, l'annuncio via facebook di Giorgia Latini, del passaggio di Simona Lupini, ex M5s ora Gruppo Misto, e Luca Santarelli, eletto con Rinasci Marche nel centrosinistra e poi federato con Forza Italia, alla Lega che diventerebbe il primo partito (10 contro 8 di Fratelli d'Italia) nell'Assemblea legislativa regionale. La frizione è causata soprattutto dalla richiesta di Latini di sostituire due assessori in quota Lega. Ma il governatore non vuole rimpasti, anche se forse sarà costretto a subirli.
    Oggi il capogruppo Pd Maurizio Mangialardi ha parlato di una situazione "anomala e insostenibile perché l'Assemblea legislativa è un luogo sacro e serio".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza