Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Riapre a Ravenna la mostra dedicata a Demetrio Stratos

Riapre a Ravenna la mostra dedicata a Demetrio Stratos

Dall'8 al 31 gennaio per la forte affluenza e le molte richieste

RAVENNA, 05 gennaio 2024, 15:40

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Era stata chiusa il 22 dicembre, ma la grande affluenza e le numerose richieste hanno portato gli organizzatori alla decisione di riaprire dall'8 al 31 gennaio la mostra 'Amorevolmente progredire, amorevolmente regredendo. La ricerca vocale di Demetrio Stratos (1970-1979)', curata da Enrico Pitozzi e Ermanna Montanari, a Palazzo Malagola di Ravenna. L'esposizione presenta una selezione di materiali dell'Archivio Demetrio Stratos, acquisito dal Comune romagnolo, grazie ad un cofinanziamento della Regione Emilia-Romagna, direttamente da Daniela Ronconi Demetriou, la vedova di Stratos, che lo ha fino a quel momento custodito. Il fondo è il primo, fondamentale nucleo in espansione di un patrimonio di rilevanza primaria tanto nell'ambito della ricerca vocale e sonora, quanto in quello degli archivi d'artista. Un fondo costituito dalla documentazione raccolta dapprima da Demetrio Stratos nel corso della sua attività e, dopo la sua scomparsa nel 1975 a 34 anni, da Daniela Ronconi Demetriou.
    Spaziando dalla documentazione audiovisiva di performance, lezioni e concerti agli appunti preparatori legati alla sua produzione, dai materiali che ripercorrono gli stretti legami con altri artisti, John Cage su tutti, alle stampe di fotografi che ne hanno immortalato il lavoro negli anni, da strumenti musicali a oggetti, cimeli e capi d'abbigliamento, da libri e dischi in vinile a manifesti relativi al suo lavoro da solista e a quello con I Ribelli e con gli Area, dalle copie di tesi di laurea, studi e saggi dedicati alla sua ricerca alla rassegna stampa raccolta nel corso dei decenni, le centinaia di materiali che compongono l'archivio restituiscono la complessità e la multiformità di una personalità artistica come quella di Stratos.
    Nel primo anno di lavoro sui materiali del fondo si è proceduto con il loro riordino, inventariazione e digitalizzazione, quest'ultima a cura di Istituzione Biblioteca Classense: nel corso del 2024 i materiali potranno essere accessibili a tutti coloro che ne faranno richiesta, in modo che questo patrimonio possa essere realmente un bene accessibile a studiosi, artisti, curiosi, ricercatori e a chiunque voglia entrare in relazione con la figura e con i processi artistici di Stratos.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza