Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Il cielo di dicembre accoglie l’inverno col giorno più corto dell’anno

Il cielo di dicembre accoglie l’inverno col giorno più corto dell’anno

Regalo di Natale dalla Luna, protagonista di una luminosa congiunzione

02 dicembre 2023, 08:10

Redazione ANSA

ANSACheck

Il solstizio d 'inverno, il giorno più corto dell 'anno, sarà il 22 dicembre (fonte: pixabay) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il solstizio d 'inverno, il giorno più corto dell 'anno, sarà il 22 dicembre (fonte: pixabay) - RIPRODUZIONE RISERVATA
Il solstizio d 'inverno, il giorno più corto dell 'anno, sarà il 22 dicembre (fonte: pixabay) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il cielo di dicembre dà il benvenuto all’inverno, il cui inizio è segnato dal giorno più corto dell’anno: il solstizio quest’anno cade il 22 dicembre, quando il Sole sorgerà alle ore 07,37 e tramonterà alle 16,44. Due giorni dopo, il regalo di Natale di quest’anno lo farà la Luna: la notte tra il 24 e il 25 sarà protagonista di una luminosa congiunzione con le Pleiadi e la stella Aldebaran, nella costellazione del Toro. Ma questo mese, gli appassionati potranno assistere anche ad un evento particolarmente raro, come ricorda l’Unione Astrofili Italiani: il 12 dicembre l’asteroide Leona occulterà col suo passaggio la stella Betelgeuse. Sarà possibile ammirare lo spettacolo dal Sud della Sardegna e da Campania,  Puglia, Molise e  Nord della Calabria.
Fra il 13 e il 14 dicembre, daranno spettacolo anche le meteore delle Geminidi, uno sciame "comparabile per quantità e brillantezza delle stelle cadenti a quella delle Perseidi di agosto", osservano gli astrofili della Uai.

L’oggetto più luminoso del cielo invernale resta Giove, ancora osservabile agevolmente per gran parte della notte, seguito da Venere, che è invece visibile la mattina, tra le luci dell’alba. Saturno continua ad anticipare l’orario del proprio tramonto, dunque l’intervallo di tempo disponibile per poterlo ammirare è ormai limitato alle prime ore della notte, mentre Marte è di fatto inosservabile per tutto il mese. Mercurio, invece, farà avanti e indietro: all’inizio di dicembre sarà relativamente facile tentarne l’osservazione, poi il pianeta si avvicinerà rapidamente alla sua congiunzione col Sole del 22, per ricomparire poi a fine anno tra le luci dell’alba.

Con il mese di dicembre entriamo definitivamente nel periodo di migliore osservabilità delle grandi costellazioni invernali: quelle autunnali, povere di stelle brillanti, si avviano al tramonto, sostituite a Sud-Est dall'inconfondibile costellazione di Orione, la più bella tra quelle invernali, accompagnata dal Cane Maggiore, dal Toro e dai Gemelli. In queste costellazioni si trovano alcune delle stelle più luminose dell'intera volta celeste: Sirio nel Cane, la rossa Aldebaran nel Toro, Castore e Polluce nei Gemelli, insieme a Procione nel Cane Minore e Capella nell'Auriga.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza