Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Prima protesi 3D riassorbibile in Europa impiantata al Meyer

Prima protesi 3D riassorbibile in Europa impiantata al Meyer

Già 4 adolescenti operati al petto con questa tecnica innovativa

FIRENZE, 15 gennaio 2024, 09:55

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono già quattro gli adolescenti operati con successo dall'equipe di chirurgia pediatrica dell'ospedale pediatrico Meyer di Firenze utilizzando protesi stampate in 3D in materiale completamente riassorbibile e progettate dal laboratorio T3Ddy. Tutti e quattro gli adolescenti avevano una malformazione della gabbia toracica, il "petto escavato": si tratta di una depressione della parete toracica anteriore, che sebbene nella maggior parte dei casi non porti disturbi funzionali, viene vissuta da chi ne è affetto come un difetto estetico impattante, con ricadute psicologiche specialmente nell'età dello sviluppo.
    Le prospettive, adesso, sono di utilizzare la stessa tecnica di stampa 3D anche per altre patologie, come i tumori della parete toracica. È la prima volta in Europa che viene utilizzata una protesi sternale completamente riassorbibile. Per ciascuno dei pazienti la protesi è stata stampata in 3D con un particolare materiale, lo stesso del filo da sutura riassorbibile (polycapro-lattone). Su questa "impalcatura 3D" realizzata in materiale riassorbibile sono state innestate cellule adipose prelevate dalla coscia dell'adolescente e l'organismo ha completamente incorporato questa protesi. In tutti e quattro i casi, l'ultimo recentissimo, l'intervento chirurgico è durato meno di tre ore e i pazienti, dimessi in seconda giornata post-operatoria, in meno di una settimana sono tornati alla loro vita normale. Un trial unico in Europa. Questo è stato reso possibile grazie alla collaborazione dei chirurghi del Meyer, guidati in sala dal dottor Flavio Facchini, specialista in Chirurgia plastica e ricostruttiva, con T3ddy, il laboratorio congiunto sostenuto dalla Fondazione Meyer, coordinato dalla professoressa Monica Carfagni per l'Università di Firenze e dall'ingegnere Kathleen McGreevy per il Meyer e dedicato proprio all'introduzione di tecnologie 3D altamente innovative nella pratica clinica dell'ospedale. Quella messa a punto al Meyer è una tecnica sperimentale e i quattro casi sono inseriti in un trial che utilizza lo stesso dispositivo testato anche in un trial portato avanti su pazienti adulti presso il Princess Alexandra Hospital di Brisbane, in Australia.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza