Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

ChatGTP sbaglia l'83% delle diagnosi pediatriche

ChatGTP sbaglia l'83% delle diagnosi pediatriche

Studio sulla versione 3.5; esperienza clinica ancora essenziale

ROMA, 04 gennaio 2024, 12:18

Redazione ANSA

ANSACheck

ChatGTP sbaglia l '83% delle diagnosi pediatriche Foto di Gerd Altmann da Pixabay - RIPRODUZIONE RISERVATA

ChatGTP sbaglia l '83% delle diagnosi pediatriche Foto di Gerd Altmann da Pixabay -     RIPRODUZIONE RISERVATA
ChatGTP sbaglia l '83% delle diagnosi pediatriche Foto di Gerd Altmann da Pixabay - RIPRODUZIONE RISERVATA

 L'intelligenza artificiale non è ancora pronta a fornire un aiuto ai medici nella formulazione delle diagnosi nei bambini. Uno studio condotto da ricercatori del Cohen Children's Medical Center di New York e pubblicato su Jama Pediatrics ha mostrato infatti che ChatGPT, nella versione 3.5, se interrogata su casi clinici pediatrici, sbaglia l'83% delle diagnosi.

"L'intelligenza artificiale è in rapida evoluzione e le tecnologie basate sull'intelligenza artificiale probabilmente trasformeranno l'assistenza sanitaria pediatrica", si legge in un editoriale pubblicato a corredo dello studio. "L'intelligenza artificiale può supportare un'interpretazione accurata ed efficiente della radiografia del torace e delle immagini retiniche, e probabilmente in futuro migliorerà la diagnosi, la previsione del rischio e la scelta del trattamento". Al momento però non esistono molte ricerche sull'accuratezza diagnostica di questi strumenti nei bambini.

 La ricerca ha sottoposto ChatGPT 3.5 a 100 quesiti clinici, constatando che il chatbot sbagliava nell'83% dei casi; nel 72% la risposta era completamente errata, mentre nell'11% le risposte si avvicinavano alla diagnosi corretta ma erano troppo generiche per essere utili.

 "Le prestazioni diagnostiche deludenti del chatbot osservate in questo studio sottolineano il ruolo inestimabile dell'esperienza clinica. Il chatbot valutato in questo studio, a differenza dei medici, non è stato in grado di identificare alcune relazioni, come quella tra autismo e carenze vitaminiche", commentano i ricercatori, secondo cui "i medici dovrebbero continuare a studiare le applicazioni" di questi strumenti nella medicina. Anzi, proprio il contributo dei medici potrebbe aiutare ad affinare le loro capacità: "i medici dovrebbero assumere un ruolo più attivo nella generazione di set di dati per prepararli intenzionalmente alle funzioni mediche", scrivono. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza