Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Nel 2021 record di polmoniti da Legionella, 10.700 i casi in Ue

Nel 2021 record di polmoniti da Legionella, 10.700 i casi in Ue

Ecdc, 75% in Italia, Francia, Spagna e Germania e 704 i decessi

ROMA, 04 luglio 2023, 15:00

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Con oltre 10.700 casi segnalati e 704 decessi, la legionellosi, grave forma di polmonite causata dal batterio Legionella, nel 2021 "ha registrato un aumento significativo" all'interno dell'Unione europea e dello Spazio economico europeo. Lo indica l'ultimo rapporto dell'Ecdc, il Centro Europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie.
    Nel 2021 lo spazio economico europeo ha registrato il più alto tasso annuo di notifica con 2,4 casi ogni 100.000 abitanti e 4 Paesi contavano il 75% di tutti i casi segnalati: Italia, Francia, Spagna e Germania. Quello di uomini over 65 era il gruppo più colpito, con un tasso di 8,9 casi ogni 100.000 abitanti. Nel 2021 ci sono stati anche 895 casi di infezioni associate ai viaggi, pari al +38% dei casi rispetto al 2020, un aumento anche forse associato alla revoca delle restrizioni Covid-19.
    "La causa dell'aumento del tasso di notifica osservato in Europa rimane sconosciuta", si legge. I fattori che possono spiegarlo includono anche una popolazione europea che invecchia diventando più a rischio e la manutenzione dei sistemi idrici utilizzati negli edifici. A pesare sono anche i cambiamenti del clima che possono avere un impatto, sia sulla presenza della legionella nell'ambiente che sull'esposizione agli aerosol contenenti i batteri. "Dato il tasso di mortalità relativamente alto è fondamentale che le autorità sanitarie pubbliche rimangano vigili nel rilevare cluster ed epidemie attraverso la sorveglianza", mette in guardia l'Ecdc.
    La Legionella pneumophila si trova nel suolo e nell'acqua ma prolifera molto all'interno di condensatori, condizionatori umidificatori, fontane decorative, vasche idromassaggio, docce.
    Le condizioni favorevoli sono acqua stagnante e temperature tra 25 e 42 gradi. Controlli regolari e misure di pulizia dei sistemi idrici possono prevenire i casi in strutture turistiche, ospedali o altri ambienti. Tra i consigli, garantire una circolazione dell'acqua adeguati nei sistemi idrici, disinfettare regolarmente i filtri e le tubazioni degli impianti di climatizzazione.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza