/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sono 272 i medici pronti a lavorare per Unical in ospedale

Sono 272 i medici pronti a lavorare per Unical in ospedale

Rettore:'call ha destato entusiasmo, colta credibilità progetto'

RENDE, 06 giugno 2023, 14:20

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Non è sempre vero che i professionisti della sanità rifuggono dal lavorare in Calabria.
    Basta offrire progetti credibili, da parte di istituzioni dalla reputazione solida. Lo dimostra il successo ottenuto dalla call per medici di alto profilo, lanciata dall'Università della Calabria chiusa in meno di un mese". E' quanto si legge in una nota dell'Unical che annuncia che sono state "272 le domande arrivate da altrettanti specialisti, pronti a prestare la loro opera nelle corsie dell'ospedale dell'Annunziata e nelle aule e nei laboratori dell'Unical" con "disponibilità al trasferimento immediato arrivate da tutta Italia: Milano, Napoli, Palermo, Bologna, Roma".
    La call, prosegue l'Unical, "era rivolta a medici con esperienza accademica, destinati ad entrare nel corpo docente del nuovo corso di laurea in Medicina e chirurgia Tecnologie digitali, che andranno a rinforzare il servizio nelle strutture sanitarie della provincia di Cosenza. Un ulteriore tassello del progetto Unical per la sanità, che tra pochi mesi inaugurerà il nuovo corso di Medicina".
    Hanno fatto domanda 55 professori universitari, 22 primari in ospedali pubblici, 106 dirigenti, 28 che lavorano in ruoli apicali nella sanità privata e 44 "cervelli di ritorno", calabresi che lavorano in strutture nazionali o estere, anche in posizioni di responsabilità, e vorrebbero rientrare.
    "Come avevamo ipotizzato - ha dichiarato il rettore Nicola Leone - le posizioni di professore e primario hanno destato molto interesse e tanti specialisti qualificati hanno mostrato di credere nel nostro ambizioso progetto. La sfida non è solo quella di strutturare un nuovo corso di laurea, ma di essere protagonisti di un progetto di cambiamento, di grande rilevanza scientifica e sociale, che mira al rilancio della sanità in una zona particolarmente svantaggiata come la Calabria, da cui i medici validi tendono a fuggire. Noi stiamo provando a ribaltare la tendenza e a rendere attrattiva la sanità calabrese, creando un positivo controesodo. Il successo di questa call mostra che l'impresa non è impossibile. Avvieremo a breve le procedure per reclutare 6-7 specialisti di alto profilo che prenderanno servizio entro l'anno all'Unical e all'Annunziata".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza