Rinnovabili:Elettricità Futura,lavoro su reti è fondamentale

Presidente Re Rebaudengo a webinair con CESI

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - "Raggiungere i target 2030 REPowerEU per l'Italia si traduce in aggiungere 85 GW di nuova potenza rinnovabile, una media di 10 GW all'anno. Facendo questo potremo anche creare un numero significativo di nuovi posti di lavoro, ne abbiamo stimati quasi 500 mila. Non solo nel settore elettrico, ma sullo sviluppo di tutta la filiera finalizzata alla costruzione di nuovi impianti e sviluppo delle reti e dei sistemi di accumulo, sia idrici che chimici. Questa parte che riguarda le reti, le opportunità e le necessità da tener presente è un fattore abilitante fondamentale". Lo afferma il presidente di Elettricità Futura, Agostino Re Rebaudengo, intervenendo al webinair "L'accelerazione delle rinnovabili passa per le reti: le reti elettriche come abilitatori della transizione energetica in Italia e Europa", organizzato con CESI. Secondo un recente studio elaborato da Elettricità Futura, presentato durante l'assemblea nazionale, aggiungendo 85 GW di nuova potenza rinnovabile e 80 GWh di nuova capacità di accumulo di grande taglia, il nostro paese arriverà a una quota dell'84% di rinnovabili del mix elettrico nel 2030 rispetto al 41% del 2021. Per questa ragione, è fondamentale avere un'infrastruttura di rete adeguata, solida e capillare su tutto il territorio.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA