Prevista sull’Atlantico l’imminente caduta del razzo cinese

Sta rientrando in atmosfera dopo il lancio del 31 ottobre

Redazione ANSA
È prevista sull’Oceano Atlantico l’imminente caduta dello stadio centrale del razzo cinese Long March, che il 31 ottobre scorso aveva portato nello spazio il terzo modulo della stazione spaziale cinese. La finestra temporale è stata ora ristretta alle ore italiane 9,50 di oggi, con un incertezza in più o in meno di circa 31 minuti. La caduta sulla Terra dell’oggetto è attentamente monitorata dal Centro operativo europeo per la sorveglianza e il monitoraggio dello spazio (Eu Sst).
Le misurazioni iniziali dei sensori hanno confermato che l’oggetto sta ruotando su sé stesso durante la caduta, ma a causa della sua inclinazione il punto di atterraggio dovrebbe essere localizzato nell’Oceano Atlantico. Lo stadio del razzo pesa dalle 17 alle 23 tonnellate ed è lungo circa 30 metri, dimensioni che lo rendono uno dei detriti più grandi del recente passato che sono rientrati nell’atmosfera terrestre.I sensori dell’Ue Sst stanno osservando l'oggetto e i centri operativi stanno eseguendo analisi per produrre la migliore stima possibile per il luogo e l'ora previsti per il rientro.
Una "remota possibilità" che alcuni frammenti potessero cadere in Italia era stata riferita nella notte dalla Protezione Civile che aveva allertato 5 Regioni: Sardegna, Lazio, Molise, Puglia, Calabria.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA