Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Aie: la tecnologia pulita cresce, i minerali critici corrono

Agenzia internazionale dell'energia: la domanda di litio triplicata in 5 anni

Redazione ANSA

Il boom dell’auto elettrica, il solare che continua a espandersi, le rinnovabili in rapida crescita, il settore delle costruzioni che inizia a muoversi e schemi per la cattura e stoccaggio del carbonio che prendono piede nei Paesi in via di sviluppo. E’ la panoramica offerta dall’aggiornamento annuale del rapporto “Tracking Clean Energy Progress”, dell’Agenzia internazionale dell’energia. “Il ritmo di implementazione di alcune tecnologie per l'energia pulita, come il solare fotovoltaico e i veicoli elettrici, mostra cosa si può ottenere con un'ambizione e un'azione politica sufficienti – si legge nella nota di accompagnamento dell’Aie – ma è necessario un cambiamento più rapido nella maggior parte dei componenti del sistema energetico per raggiungere emissioni nette pari a zero entro il 2050”.

Un secondo studio dell’Aie, corredato di strumenti di monitoraggio online, ha fotografato la crescita senza precedenti del mercato delle materie prime critiche, causato proprio dalla transizione energetica. Dal 2017 al 2022, il settore energetico è stato il principale fattore alla base di una triplicazione della domanda complessiva di litio, un aumento del 70% della domanda di cobalto e un aumento del 40% della domanda di nichel. Il mercato dei minerali per la transizione energetica ha raggiunto i 320 miliardi di dollari nel 2022 ed è destinato a una crescita rapida e continua, indica l'Aie, che lo porterà sempre più al centro dell'attenzione dell'industria mineraria globale.

In risposta, gli investimenti nello sviluppo di minerali critici sono aumentati del 30% lo scorso anno, dopo un aumento del 20% nel 2021. Tra i diversi minerali, il litio ha visto l'aumento più netto degli investimenti, un balzo del 50%, seguito da rame e nichel. La forte crescita della spesa da parte delle aziende per lo sviluppo di forniture minerali supporta l'accessibilità e la velocità delle transizioni energetiche pulite, che saranno fortemente influenzate dalla disponibilità di queste materie prime.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: