Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

All'Ucraina di Stepne il premio del Trieste film festival

All'Ucraina di Stepne il premio del Trieste film festival

Chiusa la 35/a edizione dedicata al cinema del centro est Europa

TRIESTE, 29 gennaio 2024, 12:16

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Va al lungometraggio Stepne di Maryna Vroda il premio Trieste della 35/a edizione del Trieste film festival, l'appuntamento dedicato al cinema dell'Europa centro-orientale. Ambientato in Ucraina, il film racconta la storia di Anatoliy, un uomo che torna a casa per prendersi cura della madre. A convincere la giuria, composta da Anca Puiu, Ivan Salatić, Lenka Tyrpáková, è stata "la malinconica rappresentazione della vita di un paese che scompare, del dolore e delle speranze svanite, resi al contempo con dolcezza ed autenticità".
    La rassegna, conclusasi sabato sera dopo nove giorni di proiezioni, è stata organizzata dall'associazione Alpe Adria Cinema ed è stata accompagnata da una serie di incontri, presentazioni di libri, laboratori, socialità, visite guidate e una proposta di film e iniziative dedicata ai più piccoli.
    Il premio Alpe Adria Cinema, assegnato dalla giuria composta da Graziella Bildesheim, Dmitrij Gluščevskij, Vladan Petković, va a 1489 di Shoghakat Vardanyan, un documentario incentrato sulla scomparsa di Soghomon Vardanyan, 21 anni, che stava per completare il servizio militare obbligatorio quando è scoppiata la guerra del Nagorno-Karabakh, nel 2020. Sua sorella Shoghakat decide di filmare col telefono le ricerche compiute da lei e i genitori: un lavoro che, per la giuria, "è un pugno nello stomaco, crudo e senza fronzoli".
    E' stato assegnato invece a Land of mountains di Olga Kosanović - un corto sulla vita di un padre serbo immigrato in Austria e della sua piccola figlia - il Tsff Shortsva, per l'"incisività e delicatezza", ha spiegato dalla giuria (Sarah Pennacchi, Ilija Tatić, Anne-Sophie Vanhollebeke).
    Tra gli altri premi, il Corso Salani 2024 va a Lala di Ludovica Fales; l'Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa al documentario Between Revolutions di Vlad Petri; il Cineuropa a Without air di Katalin Moldovai; il Giuria Progetto area giovani del Comune di Trieste a The sea in between di Lun Sevnik.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.