Smog: a Torino in 28 anni emissioni CO2 calate del 47%

Obiettivo al 2020 era -35%. Foglietta, le ridurremo ancora

Redazione ANSA TORINO
(ANSA) - TORINO, 06 MAG - Tra il 1991 e il 2019, a Torino le emissioni di CO2 si sono ridotte del 47%, superando le previsioni che indicavano come obiettivo per il 2020 -35%. E' quanto emerge dal terzo Rapporto di monitoraggio del Piano di azione per l'energia sostenibile approvato oggi dalla Giunta comunale e che rileva come le maggiori riduzioni siano state nel settore municipale (-58%) e residenziale (-65%), mentre quello dei trasporti, pubblici e privati, ha fatto registrare una riduzione del 26% e il terziario del 12%. I settori che contribuiscono maggiormente alle emissioni sono residenziale (37%), terziario (32%) e trasporti (27%), e le fonti energetiche più coinvolte energia elettrica (40%), gas naturale (22%) e diesel per autotrasporti (14%).

Le migliori performance in termini di riduzione dei consumi energetici riguardano, invece, edifici comunali (-53%), edilizia residenziale (-62%) e trasporti pubblici (-33%). Il Rapporto rileva che quello residenziale è il settore che, in termini assoluti, nel 2019 ha concorso in maniera più significativa ai consumi energetici, circa il 41% del totale, seguito da trasporti (28%) e terziario (27%). "Ridurre ulteriormente le emissioni - sottolinea l'assessora alle Politiche Ambientali del Comune di Torino, Chiara Foglietta - accrescendo nel contempo la resilienza del territorio attraverso una strategia di adattamento ai cambiamenti climatici è l'obiettivo che guiderà nei prossimi anni le politiche per l'ambiente della Città".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA