Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Rebellin, al camionista tedesco concessi i domiciliari

Rebellin, al camionista tedesco concessi i domiciliari

Decisione dopo assenso a patteggiamento a 3 anni e 11 mesi

VICENZA, 23 febbraio 2024, 17:04

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono stati concessi gli arrestati domiciliari a Wolfgang Rieke il camionista tedesco di 63 anni che il 30 novembre 2022 travolse e uccise il campione di ciclismo Davide Rebellin.
    La decisione dei giudici del tribunale di Vicenza è stata notificata nella giornata di oggi e arriva a pochi giorni dalla prima udienza in cui la procura ha dato il suo assenso per un patteggiamento a 3 anni e 11 mesi per i reati di omicidio stradale aggravato e omissione di soccorso. Rieke uscirà quindi dal carcere di Vicenza dove è rinchiuso dal 25 agosto del 2023 con il braccialetto elettronico e rimarrà in Italia e precisamente in un appartamento del trevigiano dove sarà ospitato da amici. La difesa con gli avvocati Andrea Nardin ed Enrico Ambrosetti hanno espresso soddisfazione per la decisione che accoglie quanto chiesto nel corso dell'udienza.
    L'11 marzo sarà invece sciolta la riserva sul patteggiamento da parte del Tribunale berico.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza