Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Bar in zona a rischio esondazioni', tutti prosciolti

'Bar in zona a rischio esondazioni', tutti prosciolti

Era imputato anche un coordinatore della Regione Valle d'Aosta

AOSTA, 27 febbraio 2024, 19:41

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono stati tutti prosciolti i sei imputati nel processo per esecuzione di lavori in totale difformità o assenza del permesso riguardante l''area denominata 'Lago Movida', aperta nella seconda metà del 2017 a Chatillon con servizi come pesca sportiva, bar e giochi per bambini.
    Il giudice monocratico del tribunale di Aosta Marco Tornatore ha dichiarato il non doversi procedere per intervenuta prescrizione nei confronti di: Raffaele Rocco, coordinatore regionale del dipartimento Programmazione, risorse idriche e territorio; Giuseppe Lucia, committente; Michel Lucia, gestore; Annamaria Ciocca, in qualità di responsabile dell'ufficio tecnico di Chatillon; Francesco Amato, direttore dei lavori; Antonio Cordisco, costruttore.
    Era stato lo stesso pm Giovanni Roteglia, che ha coordinato l'indagine, a chiedere il non doversi procedere per intervenuta prescrizione.
    Solo per un capo di imputazione nei confronti di Michel Lucia il giudice ha pronunciato assoluzione per particolare tenuità del fatto.
    Secondo gli inquirenti alcune strutture sono abusive, altre sono difformi rispetto a quanto consentito; inoltre quel terreno, di proprietà pubblica, vicino al torrente Marmore, è in fascia di rischio massima e media per esondazioni.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza