Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Borsa: l'Asia chiude in rialzo, sguardo alle banche centrali

Borsa: l'Asia chiude in rialzo, sguardo alle banche centrali

Tonica Tokyo (+1,9%), bene la Cina. Lo yen debole sul dollaro

MILANO, 01 marzo 2024, 08:02

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Le Borse asiatiche chiudono in rialzo nonostante l'incertezza sulla ripresa economica della Cina, dopo i dati sull'attività industriale che segnano ancora il passo. L'attenzione degli investitori si concentra sulle prossime mosse delle banche centrali, in particolare della Fed, dopo il Pil e l'inflazione negli Stati Uniti.
    In netto rialzo Tokyo (+1,90%). Sul mercato valutario lo yen torna a indebolirsi sul dollaro, a 150,30 e sull'euro a 162,50.
    A contrattazioni ancora in corso sono in rialzo anche Hong Kong (+0,36%), Shanghai (+0,28%), Shenzhen (+0,92%) e Mumbai (+1,41%).
    Sul fronte macroeconomico in arrivo gli indici Pmi manifatturiero della Spagna, Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Usa e dell'Eurozona. Dall'Italia e dall'Eurozona previsti il tasso di disoccupazione e l'inflazione di febbraio. Sul fronte italiano sono attesi il Pil e l'indebitamento. Dagli Stati Uniti l'indice Ism manifatturiero e la fiducia dei consumatori.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza