Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Deepfake con l'IA, oltre 900 esperti chiedono regolamentazione

Deepfake con l'IA, oltre 900 esperti chiedono regolamentazione

Cresciuti del 550% dal 2019 al 2023,timori per elezioni e minori

ROMA, 23 febbraio 2024, 10:45

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Oltre 900 ricercatori, professori universitari ed esperti del settore, tra cui Yoshua Bengio (considerato uno dei "padri" dell'intelligenza artificiale), hanno firmato una lettera aperta per chiedere una regolamentazione contro i deepfake, i video finti generati con l'Intelligenza artificiale. Di recente è balzato alle cronache il caso del deepfake porno della cantante Tylor Swift, ma i timori per un cattivo uso crescono in vista delle elezioni che quest'anno vedranno alle urne milioni di cittadini nel mondo.
    La lettera, intitolata Disrupting the Deepfake Supply Chain, dà raccomandazioni su come regolamentare i deepfake, inclusa la completa criminalizzazione della pornografia infantile, sanzioni penali per qualsiasi individuo che crei o faciliti consapevolmente la diffusione di deepfake dannosi e chiede alle società di intelligenza artificiale di impedire che i loro prodotti creino deepfake dannosi. "I progressi senza precedenti dell'IA stanno rendendo la creazione di deepfake veloce, economica e facile. Il numero totale è cresciuto del 550% dal 2019 al 2023 - scrivono i firmatari - La pornografia deepfake costituisce il 98% di tutti i video deepfake online, con il 99% delle persone prese di mira che sono donne". Inoltre, aggiungono i firmatari, "con metà della popolazione mondiale che dovrà affrontare a breve le elezioni la diffusa creazione e proliferazione di deepfake rappresenta una minaccia crescente per i processi democratici in tutto il mondo".
    Tra i firmatari della lettera ci sono Steven Pinker, professore di psicologia di Harvard, Joy Buolamwini, fondatrice dell'Algorithmic Justice League, due ex presidenti estoni e ricercatori di Google DeepMind e OpenAI. E c'è anche Frances Haugen, l'ex dipendente di Meta che ha denunciato i rischi delle piattaforme per i minori.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza