Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Calcio:Atalanta;Gasperini, con Inter abbiamo poco da perdere

Calcio:Atalanta;Gasperini, con Inter abbiamo poco da perdere

Il tecnico dei bergamaschi: 'Mai tanta qualità come con Inzaghi'

BERGAMO, 27 febbraio 2024, 14:15

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Abbiamo poco da perdere. L'Inter è una squadra completa, Inzaghi ha fatto un grandissimo lavoro: poche volte nella storia la si è vista giocare con questa qualità". Alla vigilia del recupero della ventunesima giornata a San Siro, Gian Piero Gasperini elogia gli avversari: "All'andata avevamo fatto un'ottima gara pur tra qualche errore. L'obiettivo è ripetere la prestazione: è anche l'unico campo dove da allenatore dell'Atalanta non ho ancora vinto".
    Il tecnico dei bergamaschi torna sulle recenti prove non esaltanti dell'unico marcatore del 2-1 interista a Bergamo il 4 novembre scorso: "Scamacca è un ragazzo positivo che lavora moltissimo: l'unico problema è considerarlo un grande campione.
    Oggi non è possibile. Ha fatto gare ottime e altre meno bene".
    Gasperini, senza scoprire le carte, parla degli altri suoi attaccanti: "De Ketelaere col Milan è uscito all'intervallo per scelta tecnica, non sente la pressione di San Siro perché in Coppa Italia fu determinante - prosegue -. Lookman ha la caviglia a posto, domenica quando è entrato ha dato una mano.
    Touré sta migliorando, ma adesso le partite contano tutte e non c'è tempo per esperimenti".
    Possibile un turnover mirato: "Siamo in ventuno in questo momento, Pasalic e Hien giocheranno e per Bakker ci sto pensando. Scalvini? sta bene", chiude Gasperini riferendosi alla contusione alla spalla sinistra del difensore.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza